Posts Tagged ‘Luca Marcon’

A CUARTA CLASSE IN DIRETTA L´AGONIA DEL MURO

10 dicembre 2007

agonia2.jpg

Guarda caso, il Muro chiude proprio mentre sono in trasmissione, quindi stasera a cuartaclasse va in onda lo speciale “l´Agonia del Muro“.

Per chi volesse presentarsi personalmente l´indirizzo è Via Talvera 1, chi desidera telefonare può farlo chiamando il 0471 970084, chi vuole intervenire su questo blog sa già come fare.

L´appuntamento è per le 22.35, su Radio Tandem Popolare Network 98.4 Mhz (per Bolzano), per chi volesse seguire via internet l´indirizzo è

Se qualcuno volesse registrare la trasmissione, mi farebbe un favore. A stasera

TRITAPREZZEMOLO O PRIMARIE DEL PD?

14 ottobre 2007

a-caso.jpg

Un tritaprezzemolo non è certo una delle cose essenziali che ogni persona si porterebbe con se in un´isola deserta. Prima di qualche giorno fa, non solo non ne possedevo neanche uno, ma addirittura ne ignoravo l´esistenza.

Ma gettando l´occhio sullo scaffale degli articoli in eliminazione, e vedendo che costava solo 2 euro invece di quasi sette, non me lo sono lasciato sfuggire, anche se per ora il suo utilizzo è stato limitato all´eliminazione dell´imballaggio. Ma quando ti prongono uno sconto del genere, il 70% circa, come fai a dire di no?

Come farò a sottrarmi ora ad andare a votare alle primarie del partito democratico? fino a pochi giorni fa l´andare a votare prevedeva un esborso di 5€ ed ora invece l´obolo da versare è sceso ad un miserabile e pidocchioso euro, un ribasso dell´80%, la tentazione è forte, sarebbe come comprarsi una Fiat 500 per duemila euro, un affarone. E non è neanche escluso che sia finita qui, magari verso le sette di sera questi ti sparano il mitico 3×2, paghi due euro e voti tre volte.

Pensandoci bene però, questo megasconto lo hanno deciso dopo la scadenza del termine utile per la presentazione delle candidature, e allora forse le cinque stecche che volevano prima erano un po’ di stratagemma atto a scoraggiare le eventuali candidature indipendenti.

 Forse è meglio che mi compri un altro tritaprezzemolo

p.s. dicono tutti che vincerà Veltroni, e forse questo va bene anche alla destra, altrimenti che ci voleva per Berlusconi o Casini o Fini (che dice di aver portato in piazza mezzo milione di persone) dire a tutti di andare a votare Adinolfi?

PROVACI ANCORA, SAM (LUCA)

31 agosto 2007

voltaire1.jpg

Come sempre, sono arrivato in ritardo. Più o meno come ai concerti, dove arrivo in tempo per i due ultimi pezzi e i bis. Luca Marcon ha tenuto un incontro pubblico dove avrebbe dovuto annunciare la sua candidatura a leader del partito democratico di Bolzano e provincia, e invece ha annunciato di voler rinunciare all´impresa a causa dell´eccessivo numero di firme necessarie (500 e passa) per poter essere ammesso.

Onestamente non me lo aspettavo, anche perchè che ci fosse questo ostacolo lo sapeva anche prima di annunciare alla stampa la sua intenzione di candidarsi, ma forse sperava in uno sconto o una modifica in extremis del regolamento, o qualche altra cosa.

Ha comunque intrattenuto gradevolmente i presenti ( non molti ma neanche pochi per una situazione del genere, una quindicina di persone, compreso lui, me, vince e Correntone Rossi che, tenendo fede al suo ruolo di leader dell´opposizione interna del Partito per Tutti, ha palesato una sospetta identità di vedute col Marcon).

Non che le prossime primarie del partito democratico avessero un gran fascino già di loro, ma senza almeno un candidato esterno ai partiti fondatori, il tutto si riduce ad una semplice conta degli azionisti. Luca ormai non può più farci niente, ma se io fossi tra i maggiorenti del nascente partito democratico una cosa la farei, eccola:

In nome del nobile motto di Voltaire (o era Stielike?), “disapprovo ciò che dici, ma darei la vita perchè tu lo possa esprimere“,  le firme a favore di Luca Marcon le raccoglierei io (non io io, io se fossi il PD, o anche uno degli altri candidati, una volta raggiunto il numero sufficiente per me).

Sarebbe un bellissimo gesto che riparerebbe l´ingiustizia dell´esorbitante numero di firme richieste,  porterebbe più gente (e più botte da 5 euro al colpo) al voto alle primarie e le renderebbe più credibili.

L´unico problema sarebbe il fatto che gliel´ho detto io

   

LUCA, SIAMO AMICI O NO?

29 agosto 2007

amici_big.jpg

Non so ancora se Luca Marcon sia mio amico o no, però un po´ ci spero. Al Luca  è venuta l´idea di candidarsi alla guida del partito democratico del Sudtirolo (la provincia di Bolzano), e fin qui niente di male, in fin dei conti le primarie le abbiamo fatte anche noi del Partito per Tutti, e anche prima degli altri.

Certo, qualche problemuccio pratico la cosa te la crea, Luca deve raccogliere entro l´11 settembre (che data!) minimo 500 firme autenticate per potersi presentare. Neanche tante, se si ragiona in termini assoluti.  Parecchie,  tenendo conto che alle primarie dell´Ulivo in Alto Adige (la provincia di Bolzano), nel 2005 hanno votato 7728 persone, e si pagava solo 1 euro invece di 5 come adesso. E c´era anche Bertinotti, che ha preso quasi 1000 voti, che adesso bisognerà per forza sottrarre. Ed era anche la prima volta (escluse quelle del PPT) che si tenevano delle elezioni primarie. Ovvio che firme e voti sono cose diverse, ma un minimo di proporzione c´è sempre.

A me piace la gente che ci prova, e mi dispiace non poterci provare anch´io. Vi devo confessare che anche  la Guressa ed io volevamo presentarci in tandem, stile Pannella e Bonino, alle primarie del partito democratico. E ciò che ci ha fatto dissuadere dall´intenzione non sono state le firme, nè la mia presunta ineleggibilità. È stata tutta colpa della necessità di aderire al manifesto programmatico del partito democratico. 

Io, magari, soffrendo e bestemmiando, ce l´avrei anche fatta, ma anche solo pensare di far aderire la Guressa, che è tutta piena di curve, alla superficie necessariamente piatta di un manifesto, è pura fantascienza 

QUANTO COSTA UN EURO E MEZZO?

28 agosto 2007

alif_01.jpg

Chi siamo, da dove veniamo, c´è altra vita nell´universo? A questa e ad altre domande simili puoi tranquillamente rispondere che più di tanto non te ne frega, stai vivendo la tua vita e di altro non t´importa.

Ma quando Aghost ti chiede “come mai i prezzi aumentano sempre?”, un minimo di opinione ti tocca averla per forza, e il meglio che sono riuscito ad esprimere è che ” i prezzi aumentano perchè in giro c´è troppa gente che è disposta a pagare qualcosa più del giusto“, dove per prezzo giusto si intende quello che è troppo alto per chi compra e troppo basso per chi vende.

Per dire, con un euro e mezzo ti bevi una birra al bar (e neanche dappertutto), oppure spedisci 10 SMS. Però ogni volta che ricarico il cellulare, dopo un po´ mi arriva un messaggio che mi dice “puoi mandare 50 SMS  gratis entro 48 ore”. Con le birre non mi è mai successo niente di simile.

Un euro e mezzo sono dieci minuti di un raccoglitore di mele o sette sigarette, un mazzo da quasi un chilo di rapanelli bianchi oppure un giro sull´autoscontro, mezzo chilo di fichi o neanche un terzo di quello che devi cacciare di tasca per votare alle primarie del partito democratico

QUEL GRAN GENIO DEL MIO AMICO…

23 agosto 2007

pag360.jpg

A dire la verità non so se siamo amici, l´ho incontrato di persona solo un paio di volte, ma mi è risultato subito instintivamente simpatico, e sinceramente non m´importa di essere ricambiato o meno, è come quando linko qualcuno sul blog, se lo faccio è perchè mi piace, non perchè lui faccia altrettanto.

Ho letto sul suo blog che Luca Marcon ( da me è Lo Spulciatore, e anche uno o più altri nick che non so se mi è concesso di rivelare) vuole candidarsi come segretario del partito democratico di Bolzano e provincia. Niente di male, per carità, ognuno fa del suo tempo quello che vuole e poi, come ho già scritto, è uno che mi sta simpatico, forse proprio perchè è diversissimo da me, quasi il mio contrario. Come lui è preciso, ordinato e metodico, io sono pressapochista e disordinato, ma potrei purtoppo, anzi spero, avere altre qualità che a lui mancano.

Bel gesto però, una mezza idea di farlo era venuta anche a me, dato che la Guressa non sembra intenzionata a dare corso alla proposta che avevo fatto qualche post fa. Solo che, leggendo il regolamento, vengo a scoprire che ci vogliono come minimo 500 firme, e perdipiù autenticate. Cazzo, mica son poche, tenendo conto che si tratta di un partito che se prenderà 10.000 voti (il 10%), si sentirà il rumore dei tappi di Champagne fino a Roma ( in Sudtirolo le percentuali dei partiti  italiani vanno come minimo dimezzate, bisogna tener conto che i cittadini di lingua tedesca, che sono il 70% della popolazione, votano quasi tutti per la SVP). Più o meno come se per sfidare Veltroni servissero mezzo milione di firme. Ma se lo fa lui, perchè non posso farlo io?

Metti che riesca a raccattare le firme, poi si dovrà scontrare contro il segretario del DS locali, che di riffa o di raffa, avrà a disposizione tutto l´apparato del partito. Gran dura, ma se lo fa lui, perchè non posso farlo anch´io?

Qui casca l´asino, io non posso farlo perchè, essendo il segretario mondiale del Partito per Tutti rientro, al pari di Pannella e di Di Pietro e di qualche altra dozzina di persone, in quella categoria di individui che non sono ammissibili alla candidatura (art.7/4).

Per fortuna che adesso ho un sacco da fare (pomodori, cetriolini, prugne, pesche, insalata, cavoli, fichi, mele, fagiolini, erbe aromatiche, fiori, zucchini, biete, cicorietta, pere, e tutto questo come minimo  moltiplicato per due, ma più spesso tre o quattro varietà, senza tener conto di quel che ho dimenticato), altrimenti mi verrebbe da dire;

Che sfiga…

p.s. sui numeri, tenete conto che non sono stato proprio preciso, ma più o meno sono quelli