Posts Tagged ‘elezioni provinciali’

PARTITO PER TUTTI, TENERSI PRONTI!

17 febbraio 2011

Fratelle e sorelli, l’ora è lieve e decido comunque di scrivervi, vorrei farlo con la mano sul cuore ma ho paura di farmi male passando fra le costole. La situazione sta precipitando, ma tanto era già a terra da tempo. Non rompiamoci la testa prima di essercela fasciata. Spossiamoci pure in laceranti discussioni, ma qui una decisione bisogna prenderla.

Per gli altri, il punto fondamentale delle prossime settimane è rappresentato dalle alleanze, da un modo in qualche modo inedito di affrontare la questione, che però per noi non lo è. Noi conosciamo l’approccio e lo svolgimento, sappiamo farlo sia da soli che alleandoci con altri (anche se quest’ultima situazione si è verificata una sola volta con dei grillini neanche tanto convinti). Noi sappiamo che fare quando il vento si alza.

Fra poco, un altro diamante lucente s’incastonerà nel diadema della nostra storia, ma per compiersi compiutamente, quest’ opera ha bisogno di tutte le nostre correnti unite nel medesimo scopo, se ci saranno alleati bene, altrimenti ce la faremo con le nostre forze. Ma anche per gli alleati, è giocoforza essere selettivi. Sono a mio parere da evitare i pugni chiusi, le braccia tese e le mani pulite, e anche il se non ora quando non ci sarebbe di grande utilità.

Qui ci serve gente pratica e di poche parole, mica dobbiamo andare ad un tolc sciò, qui c’è da montare il telo ad una nuova serra

SVIZZERA, LA NUOVA FRONTIERA

21 settembre 2008

Niente sarà più come prima in Sudtirolo, dopo questo documento programmatico del Partito per Tutti ed il relativo video contenente i servizi delle TV regionali. Mi scuso per l’uso improprio del mio blog, ma abbiate pazienza

In tempo di elezioni, è assolutamente normale che alcuni dicano che le cose vanno bene ed altri asseriscano il contrario.

È il normale gioco delle parti, consolidato da anni e forse anche finalizzato al mantenimento dello status quo. Un gioco tedioso e stantìo al quale il Partito per Tutti intende sottrarsi proponendo un nuovo orizzonte per il Sudtirolo, una visione che non divida ma unisca tutti e tre i gruppi linguistici di questa terra, una nuova frontiera da valicare tutti insieme.

Questa nostra splendida terra, fatta di verdi pascoli e di coscienza ambientale, di tolleranza e comprensione reciproca, baciata dal sole e ricca d’acqua pura, non può esaurire la propria specificità in un’eccelsa cucina (anche se i canederli con le rape rosse non hanno rivali al mondo).

Questo luogo, fucina di grandi eccellenze in tutti i campi dello scibile umano, dal marciatore Schwazer, al compositore Moroder, dallo scalatore Messner a dj Mr.Alex, ha bisogno di uno scatto in avanti per lasciarsi alle spalle gli ultimi rantoli di un passato fatto di reciproche diffidenze ed incomprensioni. C’è ancora chi si sente straniero in patria e chi patriota all’estero.

Il Partito per Tutti propone, come definitivo superamento della questione sudtirolese, il distacco dallo Stato Italiano e la sua entrata a far parte della Confederazione Svizzera con la quale, particolare che non va dimenticato, attualmente confiniamo in modo geograficamente diretto.

Questo è il suo primo e unico punto di programma.

Osservando gli obiettivi delle altre forze politiche il lizza, ci siamo resi conto di quanto questa nostra proposta possa assumere una connotazione assolutamente trasversale, e quindi le particolari priorità che ogni partito si pone potrebbero riunirsi sotto l´ala del nostro programma.

Ad esempio, potrebbero senz’altro essere d´accordo i Verdi e loro similari: la principale fonte d´inquinamento del Sudtirolo è costituita dai milioni di TIR che transitano sull’Autostrada del Brennero. In Svizzera, ai TIR, il traffico è pressocchè interdetto.

Potrebbero esser d’accordo i difensori dell’italianità e i cantori del disagio: in Svizzera non v’è notizia di discriminazione ai danni della comunità di lingua italiana. E anche coloro che si battono per il ritorno del Sudtirolo alla madrepatria austriaca potrebbero rendersi conto che, se dopo 50 anni di inutili tentativi la cosa non è andata a buon fine, sarebbe saggio ed opportuno cambiare obiettivo, col minimo sforzo di spostare il cartello “Südtirol ist nicht Italien” dal Brennero a Passo Tubre. La riunificazione col Tirolo del Nord non verrebbe affatto pregiudicata, anzi potrebbe realizzarsi più facilmente sotto l‘egida della Confederazione Svizzera.

A coloro che espongono la falce e martello a difesa dei lavoratori, forse basterebbe mostrare la busta paga di un operaio svizzero per trovarseli a fianco nel nostro cammino, e chi sventola bandiere pacifiste non potrebbe che rallegrarsi all’ idea di assumere la cittadinanza svizzera, neutrale da sempre. E anche al Papa, le cui grazie i tre partiti maggiori si contendono, non potrebbe altro che far piacere il trovarsi protetto da guardie svizzere con pieno diritto di cittadinanza. Il carovita, problema molto sentito in Sudtirolo, potrebbe senz’altro essere arginato dalla conseguente uscita dall’area dell’Euro.

Tornando alle prossime elezioni, eccezionalmente frammentate, è sotto gli occhi di tutti il fatto che ad ogni partito in lizza corrisponde un suo doppione (due di sinistra, due della destra tedesca, due o più di centro, il PD e il PDL). Il Partito per Tutti, per sua definizione non può avere un doppione, a meno che non si tratti di un ipotetico “Partito per gli Altri“. Ma, come ci insegna Raffaele Riefoli in una delle sue più pregevoli opere, “gli altri siamo noi“.

In conclusione, il Partito per Tutti, ritenendo inutile presentarsi a delle elezioni che comunque rappresentano l´accettazione dello status di provincia dello Stato Italiano, chiama le altre forze politiche ad esso affini ad una convergenza verso il suo obiettivo. E di conseguenza, lancia un appello affinchè esse si ritirino dalla competizione elettorale, dispiegando le proprie energie nella realizzazione di un referendum che porti il Sudtirolo nella sua nuova e definitiva collocazione geopolitica all´interno della Confederazione Svizzera.

 Oscar Ferrari, segretario del Partito per Tutti

partitopertutti@libero.it