RIATTACCO

 

La cosa che più assomiglia ad un’aureola, sono le corna. E, per quanto ridondante un teorema possa essere, mai verrà assorbito se non ad una o più condizioni. Non sono citazioni prese a casaccio dall’ Opera Mummia di Stielike, come a qualche anima malevola potrebbe testè venire in mente. Sono i commenti che scrivo in altri blog e su feisbùc e la linkatura, per motivi di brevità e di autostima che sarebbe troppo dannoso spiegare (quando per spiegare la necessità di essere coincisi ci si mette di più coe a non esserlo affatto, non è proprio un buon segno), è limitata alle prime due parole solo per non fare un post troppo colorato.

Detto questo, vado avanti con l’opera e mi auguro che altri seguano il mio esempio, come in una specie di catena siete tutti nominati, anche gli incliccabili.

 Prendendo per buono quel che scrisse Marco Armani, un cuore ce l’hanno tutte, e il valore dell’oro fluttua. Preferisco il punk in un locale di Bellinzona. Ma adesso basta con questo giochino e leggetevi queste parole di Miss Kappa

Sono ancora lontana dall’Aquila. Tornerò a breve. Da qui, la mia città mi appare un incubo al quale, nonostante tutto, desidero tornare. La casa, quella nella quale vivo da qualche mese, mi appare estranea. Nulla mi invita a riaprirla. Né le cose che ho salvato dalla distruzione, né l’idea di un tetto per l’inverno. Sono estranea al mondo che mi circonda. Faccio finta di essere normale, ma non lo sono. Non si può più essere normali, dopo una disgrazia come quella che stiamo patendo. La sensazione è dell’instabilità totale: il sentirsi inadeguato ovunque. Meno che tra quelle montagne. Non fra quelle mura, ma su quella terra che è l’unica cosa che mi dice che i ricordi si possono ancora toccare

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,

7 Risposte to “RIATTACCO”

  1. Guressa Says:

    ……Non fra quelle mura, ma su quella terra che è l’unica cosa che mi dice che i ricordi si possono ancora toccare

  2. nadiaflavio Says:

    Un abbraccio a miss Kappa ed un saluto a te, caro Oscar.
    Vado a fare un giro tra le simil- aureole del centro.

  3. MudaduM Says:

    Ciao Mis Kappa, I ricordi erano immobili come la terra, finché le scosse e le disgrazie hanno fatto disgregare edifici e tessuto sociale. La nuova dimora sarà impersonale e sicuramente priva di memoria ma attualmente ti permette di non vivere in un albergo o peggio ancora in un rudere. Prova a pensare come avresti vissuto la stessa esperienza 100 anni fa: sfollati in altre regioni; fuggiti in altre nazioni o costretti a vivere in baracche. L’Abruzzo e tutte le zone devastate dalla natura non saranno mai più le stesse, perché la natura ci ha “detto” che in quei luoghi non bisogna costruire senza una pianificazione strategica e tecnicamente sostenibile con un ambiente in movimento. Gli abitanti attuali non vedranno ricostruita in quegli stessi luoghi la loro memoria edilizia e sociale ma forse ciò sarà possibile per le prossime generazioni che però non avranno più la memoria di ciò che era la vita vissuta dai loro nonni sempre che non provvediate ora che la mente ed i ricordi sono ancora attivi. Mi spiace sinceramente ciò che avete sopportato, e ciò che siete costretti a vedere e rivivere impotenti ad una soluzione immediata, ciao Mauro.

  4. alianorah Says:

    Se le corna sembrano aureole, l’ottanta percento degli esseri umani sembrano santi. Un affettuoso saluto a Miss Kappa.

  5. professor Muschio Says:

    Instabilità ed inadeguatezza rispetto ad un luogo o ad una nuova situazione decisa da un tragico avvenimento.
    Sicuramente non ai livelli di MK, ma sono sentimenti che da sempre provo nella città nella quale sono nato, figurati te! Un continuo movimento tellurico di assestamento che non porterà mai a nessun assestamento, questo è ciò che accade in Alto Adige, per i figli dei colonizzatori italiani. Apprezzabile la resistenza del popolo sudtirolese (di lingua tedesca) nei confronti dell’invasione italiana, ma … che 2 coglioni!!

  6. Chit Says:

    [ … Faccio finta di essere normale, ma non lo sono. Non si può più essere normali, dopo una disgrazia come quella che stiamo patendo. La sensazione è dell’instabilità totale: il sentirsi inadeguato ovunque. … ]

    dico solo, MAMMAMIA!!!??😦

  7. Jessica Moh Says:

    La vita non è una passeggiata per nessuno. Auguro a Miss Kappa che il futuro Le serbi quanto prima positività.🙂
    kisses

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: