LA QUARTA MATRONA DI COUTO

spalla 006

Tutti il cianciar di culi e cachi del post precedente deve aver portato con se quella che Fernando Couto indicava, nelle sue opere precedenti al periodo parmense, come la Quarta Matrona raffazzonatrice, in due parole la sfiga.  Di culi se n’é discusso abbondantemente e non solo su questo blog, i cachi meritano invece una piú approfondita analisi della loro ragion d’essere.

Per quelli che come me medesmo li vendono direttamente al fruitore finale (dove l’ho giá sentita questa?), é giocoforza effettuarne la raccolta a scalare.  Infatti, dopo aver venduto in mattinata quelli della prima buttata (espressione infelice ma non ho trovato di meglio), mi sono messo di buzzo buono alle prese con la terza, che fino a qualche tempo fa era la piú corposa ma che da un paio d’anni ha ceduto lo scettro alla successiva, probabilente anche in omaggio all’evoluzione senologica della Iso.

Tutto procedeva per il meglio, quando la Quarta Matrona ci ha messo lo zampino. Mentre con lo sloter (una gerla a tracolla) quasi pieno risalgo un gradino della scala, il ramo sulla quale era appoggiata all’improvviso si spezza ed io  testé cado per terra, senza neanche il tempo di imprecare contro alcunché, alcunchí o alcuncosa.

Il succo é quello della foto, spalla lussata e mano gonfia  come se dentro ci stesse tutta la protervia degli anticachisti, non guardate la data é proprio roba di oggi. Per fortuna la sfiga non ha infierito piú di tanto e lo sloter pieno di cachi ha attutito la caduta evitando danni peggiori. Certo, fossero stati pomodori non mi sarei fatto niente, ma la Quarta Matrona di Couto ha voluto che questi ultimi non crescessero sugli alberi

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

53 Risposte to “LA QUARTA MATRONA DI COUTO”

  1. il Gambero Rotto Says:

    Che dire, se non che ‘sta Quarta Matrona è pure un po’ zoccola? Gute Besserung, Oscar!

  2. francesca Says:

    E i cachi? come stanno i cachi? spiaccicati? Teufel noch mal! Lussato per niente!

    (alla tua eta’ non ci si arrampica piu’ sugli alberi, ecco cosa succede)

    Gute Besserung anche da parte mia🙂

  3. Iso Says:

    Basta che il Ferrari non mi diventa pure incontinente…
    per il resto lo tengo lo stesso,
    anche se stamattina ho dovuto vestirlo!
    Mi sento un pó badante😦

    I cachi stanno bene, a parte quelli nello slotter del Ferrari, quelli sono morti!
    Chi vorebbe trovare se stesso, pelando cachi…fateci sapere, grazie in anticipo :-)!

  4. Warp9 Says:

    Urca !!!

    Riposati e guarisci.🙂

  5. francesca Says:

    Iso, sto sgranando melagrane… so mica chi e’ messo meglio😀

    e non ho trovato nessuno😀

  6. il biggo Says:

    Io a sentir parlare di culi e cachi pensavo più alla maledizione di Montezuma.
    Meglio la posizione orizontale che quella seduta, va’.

  7. alianorah Says:

    Ma se sei caduto sui cachi hai fatto direttamente la marmellata?

  8. Belphagor Says:

    Così impari a metter primi piani di culi sul blog, che poi io apro al lavoro e…bè, il resto è immaginabile!🙂
    Stai meglio!!

  9. La già Guressa Says:

    Ad una certa età queste cose succedono…🙂 auguri di pronta guarigione Oscar!
    @ISO: …immagino che ora che si trova in quelle condizioni, se ne approfitterà a manetta, o…?

  10. Xeena Says:

    In quella foto: “Ti vedo triste!”
    Non fare troppo il povero peró😛

  11. il Gambero Rotto Says:

    Solo una curiosità: perché la foto è datata 2006?

  12. pani Says:

    uh! Adesso capisco perché Xeena ce l’ha tanto con i tuoi cachi. Credevo fosse per l’assaggio dello scorso anno invece…
    be’, guarisci bene, altrimenti come la suoni poi la chitarra?

  13. picchiatello Says:

    Adesso capisci perche’ odio di cachi…certo che il cuscino “leopavdato”… non me lo serei mai aspettato…

  14. Oscar Ferrari Says:

    GAMBERO: boh, si sará resettata la macchinetta
    XEENA: sono triste pensando che tutti quei cachi potevi mangiarli tu…
    GURESSA: ma no, il ramo che si é spezzato era giovane e forte
    BELPHAGOR:ma era per raffigurare lo spartiacque
    ALIANORAH: erano ancora troppo duri, é venuta una cacata
    BIGGO: e del plaid leopardato nulla mi dici?
    WARP: non é che si siano alternative…
    ISO:peró la birra riesco a stapparmela da solo…
    FRANCESCA: dagli alberi cascano anche i giovani

  15. Oscar Ferrari Says:

    PANI: sono fiducioso, ogni volta che mi sono devastato la mano sinistra sono migliorato, anche se ci voleva davvero poco…
    PICCHIATELLO:dai che é proprio bellino…

  16. francesca Says:

    “dagli alberi cascano anche i giovani”
    si, ma di solito cascano dal pero, i giovani, non dal caco :D:D

    (ma come te la cavi col lavoro, piuttosto? E quanti giorni di crocefissione ti toccano? SGRUNT!)

    Baci (tranqui, Iso, baci fraterni😉 )

  17. giuy Says:

    La quarta matrona di Couto non era per te, era per la Iso! Povera! Quandò toccò al mio moroso, ho dovuto aiutarlo a lavargli i piedi tutte le sere…

  18. Bakunin Says:

    Oscar! Ti facevo più impermeabile alle jatture di quelle due…o sono 3?

  19. reditugo Says:

    Proprio ieri mattina, notando la brina che imbiancava il prato ho pensato al tuo post:
    https://oscarferrari.wordpress.com/2007/10/24/generale-inverno-neanche-questo-giro-mi-freghi/#comments
    ai cachi, al generale inverno e al fatto che quest’anno sarà il caso di iniziare prima la raccolta.
    E intanto tu ti sei portato così avanti da aver già finito…

  20. maria Says:

    Oscar… ma che mi combini? tu, mio coetaneo… quindi nel fiore degli anni… Per fortuna hai la Iso che si prende amorevolmente cura di te… su con il morale e guarisci veloce…

  21. matt Says:

    oscar mi dispiace!!!😦
    ma quindi salta anche il concerto al masetti??? :°°°°-((((

  22. vince Says:

    Appena appresa la notizia, una delegazione del CC del PPT si è immediatamente recata presso il domicilio del Compagno Segretario per constatare di persona le sue condizioni.
    Felici e rilassati nel rilevare le buone condizioni generali, nonostante il dolore che Egli sopporta in silenzio e che io ben immagino, essendoci passato per una cosa simile!
    Felici e rilassati, dopo la visita, soprattutto perchè non è ancora giunto il momento di sostituire il Compagno Segretario, cosa che ci preoccupava in quanto, sinceramente, nessuno di noi si sentirebbe di accollarsi tale impegnativa carica!
    Però questo incidente ha aperto una discussione che, iniziata in auto, dovrà essere ripresa al prossimo CC: il problema della sostituzione o dell’eventuale, momentanea, supplenza in caso di mancamento o mancanza del Compagno Segretario. Per ora si è giunti alla ovvia conclusione che, dovesse accadere qualcosa del genere, si prenderebbe tempo ricoorendo allo stile della migliore tradizione social-sovietica, con la presenza e l’esposizione del Compagno Segretario in ogni occasione ufficiale grazie agli ultimi ritrovati nel campo della mummificazione, che tra l’altro farebbero apparire il Compagno Segretario più bello da moribondo che da vivo.
    Il problema della successione, però, resta. E pur confidando ed augurando al Compagno Segretario una ripresa veloce dall’infortunio ed una lunga e sana continuazione della propria esistenza anche a guida del PPT, sul piatto ora si pone la questione.

  23. Oscar Ferrari Says:

    VINCE: pur dovendo essere necessariamente innovativo, il PPT puó riferirsi agli esempi che la storia contemporanea ci offre. Scarterei le primarie, siamo stati i primi a farle in Italia e con ció potremmo avere soddisfatto la missione. Si potrebbe fare come in Corea del Nord, dove al segretario defunto é succeduto il figlio giá anzianotto, e questo sarebbe beneaugurante per la mia aspettativa di vita. Oppure ci si potrebbe rifare al metodo Dalai Lama ed aspettare con calma una reincarnazione, anche se sarebbe abbastanza complicato pattugliare le sale parto in cerca di un neonato in grado di scoreggiare come un adulto. Oppure si potrebbe mutare la denominazione del PPT in PPTTCPISDS – PARTITO PER TUTTI TRANNE CHE PER IL SUO DEFUNTO SEGRETARIO
    MATT: no, al masetti si suona lo stesso, faró gli assoli di chitarra coi denti
    MARIA: tranquilla, un paio di settimane e sono a posto
    REDITUGO: per quello, ci avevo pensato 15 giorni fa, quando ho raccolto la prima buttata
    BAKUNIN: io magari si, ma devono aver fatto il malocchio anche al ramo del caco
    GIUY: tranquilla, i piedi li lavo due volte l’anno e per Natale penso di farcela da solo
    FRANCESCA: col lavoro per fortuna non é capitato in un momento topico, si posso posporre tante cose

  24. duhangst Says:

    Mi dispiace, rimettiti in fretta.

  25. wood Says:

    Sei Molto DIVANABILE in questa posizione da “SIRENETTO” di Bolzano !! Pero’ scusa sei tutto vestito azzurro blu su un dvano blu che c’azzecca la coperta leopardata? naaaa!!
    Povera ISO non ti invicdio ad avere il FERRARI tutto il giorno sulle croste…
    Questa Oscar è la punizione per aver pubblicato quell’immagine di dubbio gusto anzi schifosa ! Comunque vedi il lato positivo, puoi dedicarti piu’ a noi che ti seguiamo da anni!

    P.s la pipi’ riesci a farla da solo??

  26. vince Says:

    Oscar, in momenti come questi si nota la preoccupante latitanza del Vicario, colui che, almeno in teoria e visti i precedenti, potrebbe/dovrebbe assumere nell’immediato tutte le tue deleghe. Il suo comportamento preoccupa, e molto.

  27. vince Says:

    La tua personalità e le tue capacità mi colpiscono ogni volta, Compagno Segretario. Solitamente le tue risposte sono degne repliche ai classici interventi du questo blog, mai più lunghi di una riga o frase: ora invece ti lasci andare a repliche più lunghe, nonostante uno dei due arti abbondantemente fasciato.

  28. matt Says:

    Grazie Oscar! Sei un mito!

  29. matt Says:

    Grazie Oscar! Sei un mito! Rimettiti in fretta!

  30. matt Says:

    Grazie Oscar! Rimettiti in fretta!

  31. matt Says:

    Scusate mi si è incantato il pc e il commento è venuto fuori più volte…

  32. incredula Says:

    Auguri di pronta guarigione Oscar! Certo che quel plaid ha qualcosa….😉

  33. La già Guressa Says:

    cmq è pazzesco come in questa foto tu somigli a BredPit…

  34. fantelesto Says:

    secondo me hai avuto a che fare con la selbstcachierung: un nuovo movimento indipendentista che stabilisce il diritto del caco di autodeterminarsi, vale a dire di cadere da solo dall’albero quando ne ha voglia (di solito, quando è maturo).
    fossi in te, starei attento: se il movimento selbst attacca, ti si rivoltano contro tutte le piante…

  35. wood Says:

    o bred put? 🙂

  36. ilbuongiorgio Says:

    La frattura interna della sinistra nella terra dei cachi….
    Somatizza Oscar, somatizza….

  37. mangrovie Says:

    Cacchi, Oscar! Io ignara di tutto questo dramma ti ho pure bidonato al mercato di martedì! Nooooooooo, non potrò mai perdonarmi tale mancanza, ma ti spergiuro che non potevo proprio liberarmi da impegni lavorativi. Per ovviare, sempre che tu per allora sia ancora dei nostri, venerdì sarò tua schiava per tutta la mattinata!

  38. Iso Says:

    Lo splendido plaid (ne ho due) e i cuscini (3) leopardati, sono regali di un mio ex-ammiratore. Sono mostruosi lo só, li devo cambiare, ma color “fumo di Londra” non li ho ancora trovati!

    Intanto il Ferrari gira un pó con l’aspirapolvere, svuota la lavastoviglie si lamenta, fá il povero…e rompe le ovaie.

    Io intanto tiro su patate, svuoto e carico furgoni, raccolgo ortaggi vari, ma non mi lamento…sono in ferie :-)!

  39. vince Says:

    Ah ah , grande Isolde!

  40. mangrovie Says:

    Iso, visto che sono in ferie pure io, se vuoi vengo a cercare me stessa in mezzo ai cachi. Il Ferrari fa l’offeso o non riesce manco a battere i tasti del pc?

    • reditugo Says:

      Stai attenta! ‘che i rami dei cachi sono veramente dei gran bastardi. E poi anche delle scale del Ferrari non so se ci si può fidare tanto: le vedo in ogni periodo dell’anno, fuori a marcire sotto le intemperie…😉

      • nostrovirgolo Says:

        Farei felice parecchie persone, quelli angelici in primis…ok, pronta a correre il rischio, per i Ferrari questo ed altro!

  41. Oscar Ferrari Says:

    REDITUGO: tutto ció é falso e calunnioso, le scale vengono ricoverate regolarmente al riparo e biannualmente unte con olio cotto. OCIO COMUNQUE AL SESTO GRADINO
    MANGROVIE: ottimo per Venerdí, e quando hai voglia passa pure di qua. Per i cachi sto aspettando il socioconcorrente, lui li raccoglie e io li materasso nelle cassettte, ma ci sono ancora kiwi e mele in abbondanza
    ISO: del caffé fatto con una mano sola che ti ho appena servito, neanche una parolina dolce?
    BUONGIORNO: per fortuna é solo una sublussazione, magari passa dopo le primarie
    GURESSA & WOOD: fate cascare brus uillis dal caco e vedrete come mi assomiglia…
    INCREDULA: é anticaduta
    MATT: vedró di fare il possibile, per sabato il concerto al masetti é confermato
    VINCE: Vicario non mi preoccupa quando sta in silenzio, é che girava voce che abbia intenzione di diventare un jazzista
    DUHANGST: non sono del tutto fermo, qualcosa riesco a fare, grazie

  42. fantelesto Says:

    non mi rispondi perché:

    a. non hai capito cosa ho scritto
    b. non ho capito io stesso cosa ho scritto, quindi non vuoi farmelo notare
    c. ce l’hai con me
    d. ce l’ho con te e tu l’hai capito e ci sei rimasto male (ma non è vero)
    e. ti preoccupa la selbstcachierung ma preferisci minimizzare
    f. – varie –

    ps
    mi pare che Vicario sia già un jazzista: è che non te lo dice per non farti soffrire ulteriormente…

    • Oscar Ferrari Says:

      g.- sei capitato in mezzo alla Wood e alla Guressa, alle quali ho dato una risposta comune, e per sbaglio sono andato avanti nell’andare indietro. Comunque sarebbe interessante il movimento dell’autoraccolta degli ortaggi, meglio ancora se alcuni di loro prendessero la patente e si portassero da soli al mercato

      • fantelesto Says:

        se i cachi prendessero la patente, potrebbero anche decidere di investirti con il furgone; dopotutto sono anni che li sfrutti, sarebbe una rivoluzione proletaria.

        ps
        su Vicario, purtroppo, ho le prove: ci siamo incontrati ad un concerto jazz (tra i musicisti, il grande Gigi Grata) e l’ho visto assumere un’espressione di puro rapimento estatico…

  43. Vita Says:

    Mi dispiace!…Ma dalla faccia non sembri aver perso la tua verve!
    Rimettiti presto… i cachi stanno ancora aspettando!😉

  44. JOe Says:

    questa foto meriterebbe di stare nel theme del tuo blog…non so se sia + la coperta o la tua posa faraonica ^__^😛

  45. Che città del caco! « Mangrovie Says:

    […] E non dimentichiamo che c’è chi giornalmente, per raccogliere tale prelibatezza, mette a repentaglio la propria vita!! […]

  46. TARTAGLIA COME GOICOICHEA (e come il ramo del caco) « Oscar Ferrari. il blog Says:

    […] lo trovi, è matematico. Sono i pericoli del mestiere, anch’io qualche settimana sono caduto dal caco e lo sapevo che prima o poi […]

  47. TARTAGLIA COME GOIKOETXEA (e come il ramo del caco) « Oscar Ferrari. il blog Says:

    […] lo trovi, è matematico. Sono i pericoli del mestiere, anch’io qualche settimana sono caduto dal caco e lo sapevo che prima o poi […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: