DACIA LOGAN, L’AUTO DI SINISTRA

A parte Mutu, l’attaccante della Fiorentina noto per la sua loquacità, per i rumeni in Italia non è un gran periodo. Nell’immaginario collettivo ormai si è radicata la convinzione che se uno è rumeno, un po’ più attento ci devi stare, e anche nei media una notizia di cronaca nera rende di più se il protagonista è originario della terra di Ungureanu rispetto ad un generico straniero. Di ciò ne consegue che anche il Made in Romania, che già di per sè non è mai stato sinonimo di assoluta qualità, in Italia si contorna di un fetido alone d’antipatia, a volte anche non completamente meritato.

Prova ne è che il nuovo spot della Dacia Logan MCV, sulle Tv italiane non l’ho ancora mai visto. Eppure è molto carino anche se non ho capito ancora chi è la canuta signora che gioca a calciobalilla con Martin Luther King, sempre che sia lui. Renderebbe anche l’auto appetibile ad una clientela di nicchia che, se l’adottasse come oggetto cult,  magari prenderebbe maggiore coscienza si sè e dello sbarramento al 4% non ne farebbe poi questo dramma.  Considerando anche il fatto che la si pagherebbe meno di una Panda, un discreto successo commerciale potrebbe anche averlo.

Anzi, quasi quasi un pensierino ce lo farei, a me il Made in Romania piace parecchio, mi rimanda inopinatamente al concetto di essenzialità antitecnocratica ben espresso nel sesto ed ultimo postulato del decalogo di Stielike. E il marchio Dacia mi ricorda il mio primo risveglio in terra di Romania, quando rimasi scioccato dal fatto che tutte le auto parcheggiate sulla strada erano uguali. Portavano il marchio Dacia, ma in realtà erano delle Renault 6,  un’auto all’epoca dei fatti  seconda come bruttezza  solo alla Ami 8 berlina

pipuntoessepunto chiedo scusa, mi son sbagliato e per fortuna me ne son reso conto da solo. Le Dacia che vedevo sulla strada a Timisoara non erano delle Renault 6, bensì delle Renault 12 color pastello. Il discorso sulla bruttezza comunque resta valido, anzi…

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

36 Risposte to “DACIA LOGAN, L’AUTO DI SINISTRA”

  1. pietro Says:

    la renault 6 all’epoca non si augurava nemmeno al peggior nemico 🙂

  2. Alessandro Arcuri Says:

    La Ami8 ce l’aveva mio zio. Era così brutta che era perfino bella! Aveva una dignità, nella sua bruttezza, dai!

  3. bakunin Says:

    La signora dev’essere la Levi Montalcini secondo me… Per quanto riguarda la Renault 6 hai ragione, ma la ami8 non si tocca!!! Era bellissima!!!
    Con la dacia logan ci ho fatto 1000 Km in Marocco l’anno scorso, e si è comportata egregiamente, e aveva pure i finestrini elettrici.

  4. vince Says:

    La Renault 6 mi ricorda la mia Simca Talbot 1100: bei tempi.

    Oscar, perchè tra i tanti argomenti, ogni tanto non ci delizi con qualche racconto del tuo viaggio in Romania nell’ormai lontano —-?
    @ internet-amici di Oscar: chiedetegli che vi racconti qualcosa della sua giovanile esperienza in Romania, quando lui e l’ancora non leader del correntone R. decisero di esplorare le terre oltre-cortina.

  5. schatten Says:

    Vedo lo spot praticamente ogni sera e anch’io ogni volta mi interrogo sull’identita’ della signora, che mi ha sempre ricordato Marie Curie. Boh?

  6. nadiaflavio Says:

    Pensa che in un giorno di follia era andato a vederla la DACIA LOGAN…molto spartana ( finestrini che si abbassavano con olio di gomito, sedili in plasticone, cruscotto ridotto all’essenziale, al posto dell’autoradio un Rumeno che cantava canti tradizionali) ma buon rapporto qualita’-prezzo!

  7. Iso Says:

    Non pensarci neanche!!!

  8. duhangst Says:

    La renault 6 la ricordavo ma la ami 8 è stata un autentica scoperta per me.

  9. vince Says:

    Vabbè, ma c’era pure la Ami 6.

  10. mangrovie Says:

    “Il Made in Romania piace parecchio, mi rimanda inopinatamente al concetto di essenzialità antitecnocratica” – ma per favore! Inutile che ti perdi in elucubrazioni pseudo-intellettuali…sappiamo tutti benissimo che dalla Romania arrivano soprattutto un sacco di belle ragazze!
    E poi la Renault 12 rossa per anni è stata la nostra auto di famiglia…già allora, nei primi anni 80, era brutta, mio padre poi non la lavava mai, il risultato era rivoltante!

  11. nonsonounacommessa Says:

    Beh la Dahiatsu cuore, nata nel 2003, credo sia l’auto più essenziale e più trash che esista sul mercato, chè forse le vendono ancora, forse.. anche lì ci vuole olio di gomito per guidarla e il gettone per la corsa 😀

  12. reditugo Says:

    L’unica cosa della Romania che ricordo mi sia piaciuta in vita mia è la nostra coetania Nadia Comaneci. Poi si, anche la Dacia Logan…
    (mi sembra di capire che stai cercando consensi. Vero Iso?)

  13. popoff Says:

    la dacia logan costa poco non perchè i padroni del vapore rinunciano ai loro guadagni, ma perchè una quota degli oneri viene scaricata da un’altra parte: sull’ambiente (la romania ha un tasso di inquinamento spaventoso), sugli operai (redditi bassi, niente tutele sindacali, ecc.), sullo stato romeno (bassa pressione fiscale sull’impresa, quindi niente soldi per il welfare), ecc.
    a vederla così, comprare una dacia (logan o meno) non è molto di sinistra. poi bisogna capire bene cosa si intende per sinistra e per comprare qualcosa di sinistra.

  14. popoff Says:

    la dacia logan costa poco non perchè i padroni del vapore rinunciano ai loro guadagni, ma perchè una quota degli oneri viene scaricata da un’altra parte: sull’ambiente (la romania ha un tasso di inquinamento spaventoso), sugli operai (redditi bassi, niente tutele sindacali, ecc.), sullo stato romeno (bassa pressione fiscale sull’impresa, quindi niente soldi per il welfare), ecc.
    a vederla così, comprare una dacia (logan o meno) non è molto di sinistra. non della mia, almeno. poi bisogna capire bene cosa si intende per sinistra e per comprare qualcosa di sinistra.

  15. popoff Says:

    a proposito: quant’è stronzo (e falso) quello spot…

  16. popoff Says:

    “non ho capito ancora chi è la canuta signora che gioca a calciobalilla con Martin Luther King”

    visto che è una passerella di rivoluzionari di sinistra, direi Rosa Luxemburg; prova a confrontare questa foto:

  17. Oscar Ferrari Says:

    POPOFF: ma dai che lo spot è divertente e anche realistico, almeno per quanto la sinistra organizzata in partiti sta dimostrando. E poi, a dirla tutta, probabilmente è l’idea stessa di comprare qualcosa a non essere di sinistra, le cose ti dovrebbero venir assegnate finchè ti servono
    REDITUGO: io ho anche 12 sedie rumene che sono state il primo arredamento della mia casa
    SCONNESSA: c’è in giro di molto peggio, e altro ne arriverà…
    MANGROVIE: in una eventuale visita psicologica, se gli racconti subito la storia della Renault 12 saranno molto più indulgenti con te…
    DUHANGST: era la Dyane del ceto medio…
    ISO: a cosa?
    FLAVIO: hanno solo avuto qualche problemino coi crash-test, ma nulla di che…
    SCHATTEN: mah, potrebbe anche starci, ma per me non è lei. Fosse stato uno spot dedicato al mercato italiano ci avrebbero messo Madre Teresa…
    VINCE: hai ragione, prima o poi devo mettere nero su bianco. è che ogni volta che se ne parla vien fuori qualcosa di nuovo. Però di Ami 6 ne giravano gran poche

    BAKUNIN: diglielo te, alla Iso…
    ALESSANDRO: e come no, la Ami 8 era un mito…
    PIETRO: sembrava fatta di cartone, eppure era uguale alla mitica Renault 4, sotto certi aspetti era anche meglio

  18. Oscar Ferrari Says:

    POPOFF:come logica ho subito pensato anch’io che fosse Rosa Luxemburg, ma non ho mai visto una sua foto coi capelli completamente bianchi

  19. popoff Says:

    al contrario, io non ho mai visto foto dove Rosa Luxemburg non avesse i capelli bianchi

    Sí, lo spot è stronzo (e falso): primo perché è quello spot, secondo perché è uno spot.

    “probabilmente è l’idea stessa di comprare qualcosa a non essere di sinistra, le cose ti dovrebbero venir assegnate finchè ti servono”

    in cambio di cosa?

  20. belphagor Says:

    Bel delirio, Oscar. Fa piacere leggerne !

  21. enrico Says:

    dimentichi la Prinz

  22. Oscar Ferrari Says:

    ENRICO: ma la Prinz non era famosa per la bruttezza, ma per portare sfiga a chi la vedeva…
    BELPHAGOR: alla fin fine il bello di un blog sono i commenti
    POPOFF: per le foto della Rosa non canuta guarda qua, è pieno
    http://images.google.it/images?hl=it&q=Rosa%20Luxemburg&um=1&ie=UTF-8&sa=N&tab=wi
    in cambio di niente, anzi come sovrappiù anche la coscienza di aver fatto qualcosa di utile per gli altri

  23. popoff Says:

    canuta o non canuta (ma comunque foltocrinita), direi che di Rosa si tratti e nessun’altra

    cioè dovrebbero darti la dacia logan a gratis ed in letizia di coscienza? coerenza per coerenza, dovresti costruirtela da solo: tra l’altro potrebbe anche riuscire meglio del modello originale; impresa, dirò, assolutamente possibile.

  24. vince Says:

    Sai chi aveva una Ami 6? Mi pare il Fabio Merz, prima di passare alla Ford Escort.

  25. Iso Says:

    Un cesso mobile lo abbiamo giá, e non vedo nessuna neccessitá di prenderne un’altro, quindi smettila di nominare la Dacia Logan!
    Quando il cesso mobile andrá al nostro primogenito compreremo una macchina che piace anche a me!!!
    @ Red, di qualcosa, aiutami!

  26. picchiatello Says:

    Guarda Oscar che guidare una Dacia Logan con quel passo lungo su giu’ per le valli dentro e fuori per i tornati e’ come pilotare il rex su per il Po…

  27. Miss Kappa Says:

    Wow, che bella pubblicità! Mi ha messo addosso un po’ di buon umore. Per quanto riguarda l’auto, non saprei. Ne capisco meno del calcio. Io vado a piedi, per cui una Dacia per me vale una Ferrari.

  28. Oscar Ferrari Says:

    MISS KAPPA: probabilmente non l’hanno giudicata adatta per il mercato italiano, chissà perchè
    PICCHIATELLO: rex quale? il cane poliziotto?
    ISO: ok, prometto. Niente Dacia Logan
    VINCE: quella che chiamava “l’impedito”?
    POPOFF: e Rosa sia!

  29. xeena Says:

    BMW BMW BMW BMW non ci provare ripeto:
    BMW BMW BMW BMW

  30. vince Says:

    No, l’impedito è tutt’altra storia. L’appellativo di “Impedito”, rifacendomi ai nomi che il fascismo dava ai suoi mezzi militari, soprattutto navali (l”Audace”, l”Ardito” ecc.), lo diedi io alla 127 rossoscuro di Pedrazza. Era una notte d’estate del 1983, in una piazza dell’Eur a Roma, quando ………
    Se vuoi un giorno te la racconto, essendo un esempio del nostro stile di vita di allora, non prima che tu abbia racontato del vostro viaggio iniziatico in Roamnia.

  31. Gianni Says:

    ..a me son appena compra’, de seconda mano, na bella Zastava croata musetto della 128 Fiat e culo ?? boh…na figata

  32. Bakunin Says:

    @Iso: guarda che bella, e va anche su per i monti.

  33. (Lady).Chobin Says:

    E pensare che io un pensierino sulla logan ce lo stavo facendo…
    Anche se mi discossto dall’associazione auto – politca.

  34. lolo Says:

    Quella che gioca a calcio balilla è la moglie di ceausescau.

  35. Jaba Says:

    Rosa Luxemburg.

  36. kernel oil Says:

    Very nice article. I certainly love this website. Continue the good
    work!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: