HA TUTTE LE CARTE IN REGOLA PER DIVENTARE SANTO

Scusate il titolo, è una volontaria storpiatura del titolo di una bellissima canzone di Piero Ciampi. E scusate anche gli antefatti, ma qui bisogna per forza parlarne.

Franz Pahl, il presidente del Consiglio regionale del Trentino Alto Adige (sembra tanto, ma in realtà è una carica solo onorifica, da noi la Regione non conta nulla, decidono tutto le province) ha promesso che, se entro il 23 Luglio, data dell´arrivo a Bressanone di Sua Santità il Papa  in vacanza estiva, la rana crodifissa esposta al  Museo di Bolzano non verrà tolta, inizierà lo sciopero della fame. Ed ecco il primo antefatto:

Circa un mese fa è stato inugurato in pompa magna a Bolzano il Nuovo Museo d´Arte contemporanea, un´opera architettonicamente bellissima, almeno così è stata unanimemente definita. A me pare il solito scatolone di vetro e cemento anzi, come dice Giuy , se lo dipingessero di blu con un dollarone in facciata potrebbe sembrare la copia del Deposito di Zio Paperone. Ma subito è scoppiata la polemica per via di una rana crocifissa esposta nel museo stesso, opera di Martin Kippenberger già morto e sepolto da tempo. Chi la voleva togliere, chi la voleva lasciare, tutti a parlare di questo. Con Obmann, Hauptmann e Bischof (capo della SVP, presidente della Provincia e Vescovo) schierati per la rimozione, il fatto che la rana sia ancora lì puzza un po’ di lancio pubblicitario. Alla fine, quelli del Museo sono usciti con un´idea geniale, hanno coperto la rana con dei fogli di giornale recanti gli articoli ad essa dedicati, chi la vuole vedere faccia due passi avanti e morta lì. Geniale davvero, vien solo da chiedersi cosa si aspetti uno che paga il biglietto d´ingresso per un Museo d´Arte Contemporanea, solo opere assolutamente politically correct?

Comunque la polemica sembrava finita, ma adesso Franz Pahl ( uno dei duri della SVP, paladino dei valori cristiani e della separazione etnica) la riaccende minacciando lo sciopero della fame. Ma come al solito, fa le cose a metà, quando con un piccolo supplemento d´impegno potrebbe benissimo aspirare ad un posto nella storia. Franz ascoltami che ti dico io come fare, ok?

Innanzitutto la data, lo sciopero della fame impara da Pannella e inizialo subito, non aspettare il 23 luglio, anzi già che ci sei fai anche quello della sete bevendo le tue stese urine, funziona alla grande sia a livello fisico che mediatico. Quando il Papa arriverà dovresti essere già quasi moribondo e scordati che nel frattempo tolgano la ranazza, nella SVP c´è una marea di gente che aspira al tuo posto. Se riesci a schiattare dopo qualche giorno di presenza del Papa ci saranno ondate di gente al tuo funerale con i cartelli monolingui “sofort heilig gesprochen“, e Ratzi commosso ti riserverà un onore pari se non superiore a quello concesso al suo polacco predecessore.

Franz, con sole due piccole modifiche al tuo progetto hai l´occasione per entrare nella storia, in un solo colpo diventeresti santo e martire di riferimento e supremo eroe popolare sudtirolese,  ma ti rendi conto che faresti addirittura le scarpe ad Andreas Hofer?

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

56 Risposte to “HA TUTTE LE CARTE IN REGOLA PER DIVENTARE SANTO”

  1. chit Says:

    Se seguisse i tuoi consigli non so se raggiungerebbbe il doppio colpo storico ma si toglierebbe dalle palle e io non lo rimpiangerei molto… 😉

  2. Antonio Vergara Says:

    certa arte andrebbe buttata a prescindere dai clericali. ma visto che vorrebbero toglierla per non turbare il santo padre è giusto che stia ancora lì. 🙂

  3. salvatorepiroddi Says:

    C’è il rischio che lo coprano con fogli di giornale…ciao Oscar

  4. maviserra Says:

    E si guadagnerebbe anche un posto in paradiso. (Forse.)

  5. franz haller Says:

    Ich wünschte es gäbe solche Themen nicht.
    Agnostiker, Atheist nicht mal das dürfte es geben.
    Vernunft und Menschlichkeit!
    Alles andere ist nur ein müdes Lächeln wert.

  6. francesca Says:

    ma che dice costui?

  7. Iso Says:

    Ich hingegen denke es darf und soll ALLES geben! Vor allem allem aber Menschlichkeit und natürlich auch Vernunft.
    Das müde Lächeln spare ich mir für die ganze Polemik um Frösche und Co. auf.

  8. Iso Says:

    Servizio di traduzione by Iso (post Franz Haller): desidererei che non esistessero certi temi. Agnostici e atei non dovrebbero esistere. Consapevolezza ed umanitá!
    Tutto il resto vale soltanto un sorriso stanco.

  9. Iso Says:

    Servizio di traduzione by Iso (post Iso): io invece penso che puó e deve esistere TUTTO. Soprattutto peró umanitá e naturalmente anche consapevolezza. Il sorriso stanco me lo risparmio per tutta la polemica intorno alle rane e co.

  10. Étranger Says:

    Franz Haller:

    Ma va’ da’ via il cül.

    Oscar:

    Franz Pahl dovrebbe crocifiggersi il cervelletto (per quel che gli serve).

  11. Iso Says:

    Ma dai Ètranger la volta che viene un nuovo personaggio, lo smonti cosí, e anche subito…un pó di umanitá e consapevolezza…dai!

  12. francesca Says:

    iso grazie per la traduzione 🙂

  13. Oscar Ferrari Says:

    FRANZ HALLER: intanto complimenti per la splendida carriera e per i titoli mondiali di kick boxing che hai conquistato. Per quanto riguarda il tuo commento, qui non è questione di ateismo o di agnosticismo ma di libertà d´espresione. Se uno vuol fare lo sciopero della fame perchè è convinto che una rana crocifissa esposta in un museo dia fastidio al Papa che è in ferie a 50 km di distanza, non sarò certo io a convincerlo a desistere
    ETRA: ocio, che questo l´è stà campion del mondo de kick boxing…
    FRANCESCA: aspetto allora una tua opinione
    MAVISERRA: forse anche di più, lo ingaggerebbero per gli spot della Lavazza trasmessi alla TV sudtirolese
    SALVATORE: è che mediaticamente sofrirebbe la concorrenza del Tour de France
    ANTONIO: centro pieno, a questo punto anche una ciofeca come la ranazza si trasforma in un´icona dell´antibigottismo
    CHIT: è che alla fine parla, parla e di concreto mai niente, come tutti i politici sudtirolesi

  14. reditugo Says:

    Una riflessione sul fatto che agnostici ed atei non dovrebbero esistere:
    Il fatto che invece esistano vuol dire che quel dio a cui i credenti si riferiscono non ha fatto le cose poi così bene; ed errori di questo genere da un “Dio” proprio non riesco a concepirli.

  15. wood Says:

    Bellino..ma troppo leccatro per i miei gusti. Li preferisco Trucidi
    Buon lavoro!

  16. melania Says:

    @Iso: saluta tanto Xeena e chiedile se è possibile avere una domanda alternativa… sabato e domenica al mare, e lì sto bene. ma non si può vivere di solo mare. poi si torna alla realtà, e questa realtà a me non piace. baci

  17. melania Says:

    Sono assolutamente per la massima libertà di opinione.
    Anche se in questo momento specifico in Italia non funziona esattamente così. E in futuro può solo peggiorare (non è certo l’ottimismo che mi manca).

  18. Bakunin Says:

    Io non so cosa vuole scioperare e perchè, ma perchè non racconta di quando insegnava tedesco al liceo scientifico italiano, e cercava di portarsi a casa i suoi studenti…
    Per il meme, quando torno a casa ci penso, adesso devo andare a provare un ristorante in Lussemburgo…;)

  19. La guressa Says:

    grande Oscar!

  20. Oscar Ferrari Says:

    GURESSA: era un po’ che non scrivevo di roba delle nostre parti, ma questa di Pahl è veramente insopportabile, e il bello è che gli vanno tutti dietro
    BAKUNIN: facesse le cose invece di dirle e basta….no, quasi meglio così
    MELANIA: ma ti immagini che bello un museo d´arte contemporanea dove per poter esporre non devi dare fastidio a uno così?
    WOOD: tranquilla, magari neanche a lui le donne piacciono tantissimo
    REDITUGO: mi permetto di confutarti con una frase di chi non mi ricordo, “grazie a Dio sono ateo”

  21. arwen_h Says:

    sei stato invocato per un meme!!!!

  22. Miskappa Says:

    Ma si ritiene che la Ratzy andrà a vedere la rana crocifissa coperta di giornali? Oppure il solo conoscerne l’ esistenza potrebbe infastidirla? Potrebbe scuotere il capino e dire “io non fenire più cuì, prutti cattifi crocifissori ti pofere rane”.Oppure la Ratzy non c’entra niente? Boh…..
    Però il tipo ci ha la faccia antipatica, starebbe bene con una divisa da SS…

  23. Artemisia65 Says:

    basta coprire la statua del walter che c’è in piazza e sono a posto

  24. Oscar Ferrari Says:

    ARTEMISIA: se seguisse i miei consigli, fra qualche anno quella piazza si chiamerebbe Franz Pahl Platz
    MISKAPPA: forse hanno addirittura paura che il Santo Padre possa sentirne l´odore a 50 km di distanza
    ARWEH: già fatto, post precedente

  25. La guressa Says:

    Oscar, “Grazie a Dio sono ateo” lo ha scritto un signore di bolzano che conosco

  26. La guressa Says:

    …che poi è come dire “meglio fascista che frocio”… -mi perdonino i miei innumerevoli amici ricchiuni

  27. La guressa Says:

    e cmq, cosa ti stupisce che Pahl abbia largo seguito in proposito?…Anzi, sti quà, si fanno vivi proprio in questi in queste occasioni, sennò non nè hanno molte altre

  28. La guressa Says:

    hhhemmm, scusa…non è teroldego, è birra…

  29. melania Says:

    Non è colpa mia, Oscar.
    Oggi ho rifatto il test e sono cambiata.
    Fiore diverso.
    Il fatto è che effettivamente in questo periodo ne è passata di acqua sotto i ponti…
    Credo di essere cambiata.

    Quel signore della foto lassù… più lo guardo e più mi sta sulle palle…

    Domenica quando ero al mare, la mia gattina Attila ha messo al mondo tre micini. Due tigrati e uno nero. Bellissimi. Oggi è morto uno dei tigrati. Ho il cuore a pezzettini. Merda…

  30. reditugo Says:

    Hai ragione, se uno è coerente con le proprie idee, le cose le deve portare a termine! Costi quel che costi.
    In fondo INIZIARE lo sciopero della fame non vuol dire nulla, è quello che normalmente facciamo tutti noi, a fine pasto, per qualche ora.

  31. | cat Intenso73 >log - Il blog di chi non lo sa fare Says:

    […] della fame se la rana infame und blasfema non verrà tolta, non posso che concordare con l’articolo sul blog di Gustavo […]

  32. il Gambero Rotto Says:

    La foto è decisamente troppo giovanile, Oscar. Ne trovi una più aggiornata all’indirizzo http://www.tw7.com.br/imagens/000001/Comitiva%20Italia3-14-03.jpg

    Nel caso Pahl mettesse effettivamente in atto i suoi propositi di sciopero della fame, sarebbe carino andarlo a sostenere con delle grigliate di solidarietà.

  33. Giorgia Says:

    Io vorrei aggiungere solo una cosa: se il signore in foto ha davvero 59 anni (e la foto non è quella della sua prima comunione) allora voglio il numero della sua estetista. Grazie.

  34. Giorgia Says:

    (ho letto solo dopo il commento di Gambero Rotto)

    Ah, ecco, allora no, non lo voglio il numero della sua estetista. Grazie lo stesso.

  35. JOe Says:

    ..oggi son rimasta chiusa dentro casa, la porta è rotta…ieri doccia fredda, lo scaldabagno è rotto. il mio criceto rischia di morire di caldo. non avrò ferie fino a ottobre e fra poco si inizia a lavorare anche la domenica. mi ha punta una zanzara sul polpaccio. al supermercato non si trova più la san benedetto ice, ci hanno aumentato l’affitto, dovrei fare il pieno alla macchina,ho speso 15 euri per due cavolate di prima sopravvivenza….
    ecc…
    e questi qua non hanno niente di meglio da fare che litigare per una cavolo di rana?
    povero mondo

  36. vince Says:

    franz haller, proprio quello vero? urca veh

  37. Intenso73 Says:

    Giovane o meno, visto così di profilo è proprio perfetto come “santino” post-martirio.

  38. Oscar Ferrari Says:

    INTENSO: quella è la foto ufficiale presa sul sito della Provincia, probabilmente la useranno anche per l´effige santificatoria
    VINCE: proprio lui il pluricampione mondiale di kick boxing. E non parlarmi mai più male di Etranger, che con grande coraggio e sprezzo del pericolo lo ha mandato a dar via el cul. E che ovviamente sarà ben lieto di ripeterglielo a voce alla prima occasione
    JOE: ma non sai quanto sei fortunata, il polpaccio zanzarato è una delle cose più arrapanti del mondo…
    GIORGIA: spiace davvero, ma da questo non tiri fuori un granchè…
    GAMBERO ROTTO: grazie per la foto, e per le grigliate io porto i rapanelli, va bene?
    REDITUGO: almeno una volta nella vita, che faccia le cose perbene…
    MELANIA: spiace per il gattino, ma è normale che succeda, non prendertela. Casomai dalla
    GURESSA: in fondo è anche bello che ci sia gente così, almeno ci si diverte

  39. hic Says:

    Santo??? ma se sembra Mengele!

  40. alianorah Says:

    Cra cra. E fa troppo caldo per aggiungere altro.

  41. Olivero Diliberto Says:

    Caro Oscaraccio,
    come ben sai, nel mio salotto, tra il divano e il camino (rigorosamente spento), sto ospitando la mummia di Lenin.
    Attendo la morte di Bertinotti (ormai ci siamo…) per ospitare anche lui, ma nel frattempo che lui perde tempo e si ostina a respirare, temporamente, la rana potrei ospitarla io.
    Fammi sapere se ha bisogno di temperatura controllata.
    Tuo Oliviero

  42. zecche Says:

    perchè diliberto ha lo stesso mostriciattolo verde mio?
    O cambi il mostro a me oppure a Diliberto.
    ZZZZ

  43. Aldo Says:

    Nel 1972 alla biennale di Venezia..un’artista espose un mongoloide sordo-muto con un cartello sul petto recante la scritta: “soluzione di immortalità”. La cosa non passo certo inosservata..e più che discussioni tra critici..suscitò parecchia indignazione tra i visitatori..tanto che il poveretto venne tolto e ritirato dalla rassegna.
    Si ripropone sempre l’eterno dilemma…che cosa sia l’arte.
    Avete sentito tempo fa di quell’altro “artista” che aveva esposto un cane incatenato..e la povera bestia veniva lasciata morire di fame, e infatti è morto. Questo non lo capisco per niente. Anche la rana..se era viva..non lo condivido. Sulla figura dei papi avrei poco da dire…mi viene l’orticaria.
    Pure il padre eterno non è d’accordo: infatti una volta lo ha detto durante una tribuna poilitica…ha detto: razza di sfigati che siete..scemi di guerra..ancora con sta storia del papa, se c’era ancora di bisogno io avrei mandato un’altra volta mio figlio. Siete dei pistola !
    Come barzelletta mi fece ridere, ma a pensarci bene..la dice tutta sui papi.

  44. Aldo Says:

    come procedono i lavori al BAR ? 🙂

  45. francesca Says:

    che iniziasse pure stò sciopero se lo deve fare

  46. Oscar Ferrari Says:

    FRANCESCA: mi sa che che ha solo parlato per far prendere aria ai denti, come suo solito…
    ALDO: qui la cosa è diversa, hanno voluto a tutti i costi fare un Museo d´Arte contemporanea e fin qui niente di male, anzi. Ma se poi ci si incazza per la rana crocifissa che sarà un decennio che gira indisturbata per gli altri musei, un po’ cialtroni lo si è. E forse anche più di un po’.
    Al bar tutto bene, speriamo non abbia grandinato di brutto, m non credo
    ZECCHE: forse perchè anche Diliberto ha una Smart verde pisello
    OLIVIERO: scusa la curiosità, hai per caso una Smart verde pisello?
    ALIANORAH: e anche prosit, la ranazza tiene un boccale di birra nella zampa
    HIC: l´abito non fa il monaco, ci sa…

  47. hic Says:

    l’alito non è di monaco?

  48. Stig Says:

    Caro Oscar,
    tu per caso sai come andò a finire con la storia dell’accusa per corruzione di minorenne (storia mooto vecchia) e con i sospetti di abusi su minorenni bosniaci? A carico del Franz, s’intende.

  49. CERVI E RANE, QUI NON SI PARLA D´ALTRO « Oscar Ferrari. il blog Says:

    […] su quello che sta succedendo dalle mie parti. Innanzitutto pare che il gran momento sia arrivato. Franz Pahl, uno dei duri e puri della Volkspartei, ha iniziato lo sciopero della fame con l´obiettivo di far […]

  50. franz haller Says:

    Jeder möchte gerne recht haben. Es ist unmöglich eine Aktion durchzuführen , ohne auch Unrecht zu bekommen. Franz Pahl ist dabei eine intelligente Arbeit zu verrichten aufgrund eines bestimmten persönlichen Interesses und die des “Gemeinwohles”. Mag seine Rechnung aufgehen! Das Thema an sich ist ein trauriges Thema. Es gibt keinen Gott, außer den den wir uns erschaffen haben. Es bleibt natürlich NUR die
    Menschlichkeit. Ich habe keine Angst beleidigt zu werden, und es braucht
    sich niemand zu fürchten, mir etwas auch persönlich zu sagen:)
    Stelle täglich selber fest wie dumm ich bin. Würde mir aber nie erlauben jemand absichtlich zu kränken.

  51. Tiziano Astolfi Says:

    Una domanda impossibile all’autore della rana in croce esposta al Museion di Bolzano.

    Come si sa, l’arte moderna non dà delle risposte ma pone delle domande. Sì, l’arte moderna ci insegna questo, sta all’osservatore rispondere o interpretare cosa vuol dire e qual è il messaggio che l’artista lancia attraverso le sue opere. L’ artista, nella nostra società moderna è libero di pensare e quindi di esprimersi come meglio crede, esattamente come recita l’art. 33 della Costituzione italiana, salvo poi intoppare nell’art. 21 dove sono vietate le manifestazioni contrarie al buon costume: si tratta allora di stabilire cos’è il buon costume e oggi, partendo dalla programmazione televisiva sia privata che, ancor peggio, quella pubblica di stato, è abbastanza difficile capire o stabilire cos’è il buon costume. Quindi libertà di pensare, di esprimersi, di chiedere e libertà di rispondere se si ha il coraggio o si hanno le idee chiare per spiegare onestamente il proprio pensiero. E’ ovvio che il clamore e la diffusione mediatica sulla esposizione della rana crocefissa (datata 1990) hanno prodotto effetti che vanno ben oltre le intenzioni dell’autore dell’opera. D’altra parte ci sono molti visitatori e anche qualche critico d’arte che, a torto o a ragione, ritengono che l’opera sia una simpatica e astuta mossa pubblicitaria studiata a tavolino o un ottimo spot per il Museion (forse più probabile). Se fosse questa seconda ipotesi, il valore dell’opera starebbe proprio in questo concetto. Evviva la “genialità” dell’artista! ma penso che sia difficile che ora Martin Kippenberger, l’autore dell’opera, possa ammetterlo. Personalmente tutto questo non mi interessa, vorrei andare oltre il semplice ma contorto quesito riguardante l’opportunità o meno di esporre l’opera, eventualmente questo aspetto riguarda esclusivamente il gallerista o il direttore di un museo. Io l’opera l’ho osservata attentamente e ho cercato di rispondere alle domande che mi ha posto. Mi sono avvicinato all’opera, ho teso l’orecchio per sentire bene le sue domande e mi sono sentito chiedere: “Credete che questa rana crocefissa sia il ritratto di Gesù secondo le ricerche religiose dell’autore o semplicemente sia l’autoritratto dell’autore dell’opera, come egli stesso amava definirla?”. Sinceramente non ho saputo rispondere anche perché non ho mai visto nè “fotografie” dell’epoca di Gesù né ho mai visto l’autore dell’opera. Ora mi piacerebbe chiedere all’artista chi dei due volesse rappresentare, a meno che non ce l’avesse con le povere rane, ma… attenzione, se fosse questa terza ipotesi allora interverrebbe immediatamente il WWF. Purtroppo l’autore dell’opera è morto ormai da undici anni e non mi può rispondere ma forse qualcun’ altro per lui … mi risponderà.
    TIZIANO ASTOLFI

  52. franz haller Says:

    Non centra ma posso darVi una homepage da studiare?
    http://www.luigicascioli.it

  53. Iso Says:

    @ Franz Haller, natürlich möchte jeder Recht bekommen, denn man ist ja überzeugt von dem was man sagt und tut (zumindest meistens :)…) aber dass, was Herr Pahl tut ist nicht richtig! Ein Politker ist auch ein Vorbild für die Jugend. Und was vermittelt Herr Pahl mit dieser Aktion? Wenn mir etwas nicht paßt, dann trete ich in den Hungerstreik um Aufmerksamkeit zu bekommen…nein, für mich gibt es andere Wege. Und der Verdacht, dass das Ganze etwas mit den bevorstehenden Wahlen zu tun hat ist auch nicht ganz falsch.
    Ich hoffe hier hat dich niemand persönlich beleidigt, aber auf Ferrari’s Bloog ist ein bissl Ironie an der Tagesordnung :), das muß man aushalten 😉

  54. franz haller Says:

    Fürchte ein Berufspolitiker kann schwerlich ein Vorbild für die Jugend sein.
    Politik ist ein sehr hartes Geschäft! Es ist zwar rührend ,dass sich die “Politik” der Boxersprache bedient und von “harten Bandagen”, “über die Runden kommen” oder “wir befinden uns im Clinch”; aber können sie auch wirklich “fair” sein? Herr Franz Pahl ist ein sehr gebildeter Mensch und hat für seine Interessen gezielt eine Waffe :-Hungerstreik- eingesetzt. Hinter jeder Handlung ist irgendwo ein Interesse versteckt, oder auch offen (selten) dargelegt. Auch Franz Pahl spielt im Grunde mit den Mitmenschen. Die Mitmenschen haben weder die nötige Zeit, noch die Energie und keine Lust sich mit Themen wie Religionen zu beschäftigen. Es genügt die Bibel oder was über sie gesagt wird. Der ideale Nährboden für die Berufsgläubigen, die sich damit eine geistig-seelische Abhängigkeit der vielen Mitmenschen erarbeitet oder erschwindelt haben. Es genügen Zweifel und die Menschen sind ihnen gewogen. Wieviele Atheisten im Kleid eines “Gläubigen” haben schon damit die Welt benutzt , um sie zu erobern, oder um sich Vorteile zu verschaffen? Kein wirklich intelligenter Mensch kann diesen Unsinn glauben, von Gottessohn usw. Hätten wir eine “mündige” Gesellschaft, dann würde über die Aktion von Herrn Pahl herzhaft gelacht werden :):):)

  55. ARTE CONTEMPORANEA PER TUTTI « Oscar Ferrari. il blog Says:

    […] ma è proprio così, tra la biennale d´arte contemporanea Manifesta 7, l´apertura del nuovo Museo d´Arte contemporanea e la rassegna Transart, a Bolzano se uno vuole in un paio di giorni con l´arte contemporanea si […]

  56. ROMANIA Says:

    Si prega di Amministratore del Sito di eliminare i commenti postati da me sopra. E ‘sbagliato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: