A MEZZANOTTE MENO UN QUARTO VA…

rocketkey.jpg

Si è mai vista una festa di capodanno dove a mezzanotte meno un quarto la gente se ne va da un´altra parte? Bolzano è la città dei primati (non intesi come scimmie, anche se…) e quindi forse ho avuto il privilegio di assistere inconsapevolmente alla nascita di un nuovo trend, che magari comprenderà anche il battesimo preparto e la tredicesima a settembre. Niente di fatto apposta, sia chiaro, ma anche il successo delle sigarette Lucky Strike pare sia dovuto ad una fortuita circostanza.

Le promesse erano buone, una festa in una delle più belle piazze bolzanine (Piazza del Tribunale, la cui architettura fascista funge da splendido contraltare al gotico del centro storico, in cinque minuti a piedi attraversi la storia e le geografia), una festa organizzata con regolare gara d´appalto, anche se si era presentato un unico concorrente. Il menù prevedeva prima della mezzanotte un mago, un cabarettista e un balletto, ai quali ho volentieri rinunciato in cambio di un paio di fette di lingua da mia cognata ( lingua di bue, non di cognata).

Arrivo alle 23.50 e trovo la piazza semivuota, con i soliti spetardatori in azione con i loro ridicoli aggeggini buoni solo a spaventare i criceti, e seguendo l´andazzo generale tiro dritto e vado a vedermi i fuochi d´artificio che spuntano tra un tetto e l´altro, più vicino non era possibile andare a meno di non scavalcare la gente.

Finiti quelli, torno in piazza e al posto della band da capitolato d´appalto, trovo un tipo sul palco che sbraita a volume medio basso di “mancanza di condizioni di sicurezza per far esibire la band – piccoli gruppi di provocatori che disturbano quelli che si vogliono divertire“, il tutto per quattro petardi sparati a vanvera, roba che a capodanno puoi tranquillamente aspettarti. E poi la perla: “dalla regia mi stanno aggiornando in tempo reale“, e ti credo, stava a due metri da lui.

Tira e molla, arriva la band, mai vista una roba del genere in una piazza. Con tutto il rispetto, questi andavano bene al massimo per un matrimonio riparatore organizzato in fretta, giusto perchè non si noti la panza. Il freddo era pungente, e così decidiamo di fare un salto a casa di Correntone Rossi che ha giusto il balcone vista palco, l´ultimo brindisi e via, che sulla strada del ritorno erano in agguato le pattuglie delle forze dell´ordine in perfetto stile striscia di Gaza, e puntualmente mi hanno fermato ma non fatto soffiare.

Peccato, perchè Gino mi aveva appena accreditato di un modestissimo 0,1

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

15 Risposte to “A MEZZANOTTE MENO UN QUARTO VA…”

  1. Aleyakke Says:

    beh, almeno voi, anche se io sono per la libera circolazione senza frontiere, c’avete tutta l’armata schierata con gazzelle, pantere, celerini e municipalizzata con lingue di Menelicche annusa alcool pronte alla bisogna, noi col Centro Storico più bello, più grande, più storico, più intricato d’Europa non ci possiamo allontanare dalle arterie turistiche, quando invece sono i “caruggi” la vera esperienza tremacuore… dove invece continuiamo a esser pestati, rapinati, violentati perché persino i cc di quartiere alle 20 smontano…

    Metti giù un bel pezzo sull’utopia dell’anno nuovo…

    Alex

  2. Aleyakke Says:

    O.T.: che cippa di cosa è la figura in testa?

  3. nadiaflavio Says:

    Pattuglie di polizia contro gli spetardatori?
    Ma a fronteggiare i criminali chi ci mandate l’esercito o avete un supereroe Bolzanino?
    Flavio

  4. nadiaflavio Says:

    Ah dimenticavo.
    Cos’è un gioco tipo quello di Montecarlo con AUANAGANA:
    indovina l’oggetto?
    Flavio

  5. Oscar Ferrari Says:

    ALEY: è un rocket key, indispensabile per l´anticipo. Son passati tanti anni dalla mia ultima venuta a Genova, ma è davvero diventata così?
    FLAVIO: ma quali spetardatori, la città era circondata da posti di blocco con etilometri a gogò. è un rocket key, indispensabile per l´anticipo

  6. Aleyakke Says:

    a Oscar
    purtroppo sì, la sua peculiarità era quella di lasciare che noi residenti attraversassino il centro storico attraverso bui ma non pericolosi camminamenti tra palazzi cinquecenteschi e superbe piazzette con quelle chiesette che i nobili del tempo dei dogi: Fieschi, Cattaneo, Giustiniani, Adorno affidavano ai Rolli architetti dell’epoca in un incruento (?) sfoggio di bellezze nascoste… ora invece quale che sia l’orario il rischio di trovarsi aggrediti e derubati è all’ordine del giorno e non solo nel centro storico ma anche nei quartieri “nuovi”.
    Se poi le forze di sicurezza vengono solo esercitate quando c’è da pestare allo stadio… (come vedi non ho parlato del G8 che è un’altra infamia verso la storia di una città che dal dopoguerra con la politica e i sindacati ha avuto rapporti piuttosto animati!).
    ciao Alex

  7. Kijio Says:

    ehheeh AUGURI DI BUON ANNO .. seppure in ritardo ..e con comodo .. ti vado bene come radical-insurrezional-bolscevico?

  8. xeena Says:

    Una tristezza di festa, ci sono passata pure io prima di mezzanotte. Ho visto buio e desolazione niente musica e allora abbiamo proseguito verso i fuochi….peró v.Roma cosí piena di gente che camminava a mucchi mai vista. La gente c’é ma le idee in questa cittá mancano proprio.

  9. VoxNova Says:

    Occhio che è voluta: loro sapevano perfettamente che non era il momento giusto per colpirti e stanno solo attendendo 🙂 .
    Non hai smesso di parlare troppo e vedrai che prima o pio ti pescano, magari nel “buon 2008” 😉

  10. Antonio Doldo Says:

    un paio di fette di lingua … è la più bella battuta degli ultimi tempi, 😀
    e anche se è solo il 2 gennaio è anche la più bella battuta dell’anno 😉

  11. JOe Says:

    io in piazza ci sono andata verso le una (di notte)…non era affollatissima ma la gente ballava e c’era un gruppo che suona neanche malaccio..
    poi la canzone delle Tatu cantata in versione punk/rock/metal con tanto di voce roca e incazzata mi mancava….

    povera genova….sigh

  12. Andrea Says:

    fantastica la regia che aggiorna in tempo reale!! Mi immagino la scena!

  13. melania07 Says:

    Devo dire che la mia città ha organizzato per la mezzanotte del 31 un concerto in piazza che è andato molto molto bene. Canti, musica, panettone e spumante sino all’alba. Una folla così ed una festa così ben riuscita non la si vedeva da un po’.
    Ogni tanto qualche cosa funzione ed è piacevole. In particolare quando permette a tanti giovani (e meno giovani) di divertirsi senza dover spendere un euro.

  14. La guressa Says:

    eh, nfatti, non ci sono venuta!
    Dov’è il blog di cuarta classe?

  15. Dona Says:

    anch’ io a mezzanotte 23.45 ho deciso di cambiare posizione… mi son girata dal’altra parte… nel letto!
    Dona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: