CO, CO2, CI HO LE PALLE PIENE

palle-piene.jpg

Internet è sicuramente un gran mezzo di diffusione della conoscenza ma, seguendo l´ormai consolidato paradosso di Stielike ( frena, prima di rovinarti gli ammortizzatori), lo è anche dell´ignoranza. Grazie alla rete abbiamo imparato a dubitare dellla TV e degli altri media, ma adesso stiamo cominciando a fidarci un po’ troppo anche di internet, di Google, dei blogger, ed è meglio star su con le antenne anche quando si ha a che fare con Wikipedia.

Caccio fuori l´esempio: leggere Grillo mi annoia, preferisco l´Antigrillo, uno che quasi per partito preso, confuta abitualmente i post del guru. Leggo lui, leggo il guru e poi mi faccio un´idea. Vado oggi e trovo che l´Antigrillo dà dell´ignorante al Grillo. Buono, penso io, e leggo. Grillo (sintetizzo) dice che le industrie sono criminali perchè non vogliono ridurre la quantità di CO2 (anidride carbonica) nelle emissioni delle loro auto e avvelenano la gente. L´Antigrillo dice (sintetizzo): Grillo sei ignorante, l´anidride carbonica non fa male alla salute, fa solo aumentare l´effetto serra.

Penso io: ma come? a me hanno insegnato che ogni combustione, anche quella delle auto, produce ossido di carbonio (CO), non anidride carbonica (CO2). Uno pensa che sia una differenza da niente, invece in mezzo ci passano tetramegagigaultramiliardi di atomi di ossigeno, mica paglia. Se le automobili emettessero anidride carbonica non sarebbe un gran dramma, tutt´al più si dovrebbero mettere sulle strade piante che la utilizzassero per la loro fotosintesi clorofilliana.

Faccio una ricerca con google e vedo che tutti parlano di emissioni di CO2 delle automobili, ma non è vero: le automobili emettono CO, che fa male perchè ruba ossigeno al sangue per trasformarsi in CO2, porca puttana, questa è una cosa che chiunque abbia almeno un´infarinatura di chimica lo sa.

Non vi chiedo di fidarvi di me , ma ragionateci sopra: se voi voleste suicidarvi facendovi assorbire l´ossigeno dal sangue, come fanno quelli che si chiudono in auto col tubo di scappamento infilato dentro, usereste il CO ( che di ossigeno ne ha la metà)o il CO2 (che ne ha il doppio)?

p.s. mi rendo conto che questo post è una palla, ma quando ci vuole ci vuole

Errata corrige, i motori a combustione interna producono anche CO2, producessero solo quella, non ci sarebbero problemi in città (tranne naturalmente l´aumento dell´effetto serra, secondo l´opinione che va per la maggiore)

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,

29 Risposte to “CO, CO2, CI HO LE PALLE PIENE”

  1. antibeppegrillo Says:

    Ciao Oscar, vorrei precisare il contenuto del mio post:

    Le auto moderne producono CO2, ovvero Anidride Carbonica. Il CO, ovvero monossido di Carbonio, è un gas velenosissimo che veniva prodotto in abbondanza dalle vecchie macchine.

    La marmitta catalitica delle auto di oggi, per fortuna, trasforma il velenoso Monossido di Carbonio in innoqua anidride Carbonica.

    Ti posto qualche citazione e qualche link, prima di farlo anche sul mio Blog:
    http://www.analisis.it/chem/ambiente/m.html
    “Il monossido di carbonio è prodotto dalla incompleta combustione di carburanti e combustibili fossili. è un gas fortemente tossico che attacca le funzioni cerebrali e la respirazione. La fonte principale è costituita dai motori a benzina non dotati di marmitta catalitica ossidante.”

  2. antibeppegrillo Says:

    http://www.torinoscienza.it/dossier/apri?obj_id=8065
    “Il monossido di carbonio, caratteristico inquinante primario, ha evidenziato nell’ultimo ventennio un nettissimo calo delle concentrazioni dovuto al costante sviluppo della tecnologia dei motori per autotrazione ad accensione comandata e, a partire dai primi anni 90, dall’introduzione del trattamento dei gas esausti tramite i convertitori catalitici a tre vie.”

    In pratica il problema del CO è stato risolto dalle marmitte catalitiche a tre vie (?)

  3. gianluca Says:

    anti grillo fai quello che ti pare, ma non nuocere le palle altrui. se grillo non ti sta bene, non lo seguire.

    per questo blog, che mi piace molto, vorrei proporre uno scambio link; cosa ne pensi?

    http://gianluca-revolution.blogspot.com

  4. Oscar Ferrari Says:

    È vero che con l´introduzione delle marmitte catalitiche di seconda generazione (Euro 2 e successivi), il valore del CO si è abbassato drasticamente, anche se l´aumento delle vetture circolanti nel mondo e il fatto che molte auto ufficialmente rottamate siano semplicemente andate ad inquinare da un´altra parte, attenua sicuramente questo calo.
    Le norme Euro pongono semplicemente limite al CO, stabilendone la massima quantità emettibile, indipendentemente dalla potenza del veicolo. Per quanto riguarda la CO2, la sua emissione varia in modo proporzionale alla cilindrata del motore, e questo spiega perchè la Germania, produttrice di auto di grossa cilindrata, si oppone alla diminuzione della CO2 emessa.

  5. mystream Says:

    pure i commenti.. sono in tema..
    🙂

  6. roselia Says:

    vale per ogni mezzo di comunicazione prendere tutto con le dovute cautele…

  7. fede.com Says:

    Premesso che io mal sopporto Grillo perchè tende a spettacolarizzare troppo (in pratica è la stessa cosa che fanno i tg) qua si sta facendo un po’ di confusione. Sinceramente non riesco a capire il nocciolo della questione. Bisogna decidere se si sta parlando esclusivamente di immissione di CO2 e CO in atmosfera (e le auto non sono le uniche fonti inquinanti) oppure se si considerano tutte le particelle. I motori a scoppio, alimentati con benzine al Pb, emettono Pb, Br, idrocarburi incombusti e carbonio organico. I motori diesel emettono per il 90% materiale carbonioso di cui circa la metà organico ed il resto in forma di C elementare. I motori con marmitta catalitica emettono Pb, Pd, Rh, idrocarburi e C sia in forma elementare che organica. E’ vero che a breve termine la CO è più dannosa della CO2, in quanto essendo affine all’emoglobina impedisce l’ossigenazione dei tessuti; se però riflettiamo sulla situazione a lungo termine vediamo che il biossido ha un tempo di permanenza in atmosfera di diversi anni e questo, assieme a tutti gli altri componenti del particolato atmosferico, crea problemi di diversa natura. Dalla formazione di foschie al deterioramento dei materiali da costruzione fino a problemi sanitari per l’uomo ed il famigerato aumento dell’effetto serra. Continuo a non capire il punto su cui si stanno scontrando, a mio parere bisognerebbe pensare in generale alle emissioni di C invece che mono o bio. Magari vado a leggermi le argomentazioni che è meglio. Scusate per la prolissità ma non sono dotata del dono della sintesi.

    Detto questo, piano con le sparate su questioni ambientali. Bisogna andarci coi piedi di piombo. Come in tutte le cose, del resto

  8. Louis Says:

    Come ti ho già detto sul blog di antigrillo: stai facendo una confusione immane, che elimina anni di sforzi ambientalisti mostrando tabelle decontestualizzate.

    Potrei chiederti allora a cosa serve un misuratore di anidride carbonica a raggi infrarossi per MCI.

    I motori a combustione interna producono CO2, in gran quantità., mentre la CO è un prodotto sgradito, perchè inibisce le proprietà del motore, raffreddandolo e producendo meno calore. Potrei stare ore a spiegarti il perchè e il percome del fatto che in un MCI non si desidea emissione di CO.

    Il senso del tuo post è quindi un pochino fuorviante, e ti pregeherei, a nome di tutti coloro che come me studiano giornalmente queste tematiche in sede accademica, di cancellarlo o modificarlo.

    Dicendo: Errata corrige, i motori a combustione interna producono anche CO2, producessero solo quella, non ci sarebbero problemi in città.

    con affettato e stima.
    Louis.

    Che si dà una calmata, dopo.

  9. Pautasio Says:

    MCI sta per “Motori a combustione interna”. No, lo dico perché Louis è un fior fior di energeta, con però il grandissimo difetto di credere che tutto il mondo possegga le sue stesse approfonditissime conoscenze in materia.

    Ad ogni buoin conto, le problematiche generate da CO, CO2, emissioni di piombo, tricchetracche e bombe a mano possono essere tranquillamente superate con un po’ di accortezza. E lo spiego qui:

    http://ilrestodelpautasio.blogspot.com/2007/12/energia-pulita.html

  10. Aleyakke Says:

    avevo già sbirciato tra le righe dell’Antigrillo/b>: se lo ricorderanno perché ci giocavo a palla assieme in piazza Martinez a Genova…
    ma non siamo così cattivi con lui, anche se se con quanta ambizione sta scavando il tunnell che lo porterà – lui lo nega – in parlamento, ma CO o CO2 che differenza fa? semmai dobbiamo chiederci perché c’è chi va a barbabietole, chi a idrogeno, chi a sintesi dei rifiuti organici, chi, addirittura a acqua e se ne parla a Striscia la Notizia, mentre scienziati, industrie, premi Nobel fischiettano facendo finta di niente?
    Aspettiamo la fine dei barili?
    Ne approfitto per invitarvi a visionare, prossimi al salto d’anno questo cortometraggio: meditate meditate: http://dailymotion.alice.it/video/x3pwr5_ny-the-lost-civilization_shortfilms

    Alex

  11. Aleyakke Says:

    chiedo scusa per il testo incasinato… ho smarrito un format

    Alex

  12. Louis Says:

    ahahahah, quelli che vanno ad acqua. Dai, ale, mostrami questa interessante tecnologia.
    Già che ci sei, spiegami cosa c’è di diverso fra un diesel e un motore “a barbabietole”.

  13. Oscar Ferrari Says:

    LUIS: sull´errata corrige nulla da eccepire, quando si sbaglia è giusto ammetterlo. D´altronde sono cose che ho imparato a scuola nei tardi anni 70, quando le automobili emettevano CO a palo e nessuno si preoccupava di niente. A questo punto ti chiedo: è ancora possibile suicidarsi con i gas di scarico e morire ridendo, oppure il livello del CO delle auto attuali è troppo basso?

  14. priedavat Says:

    In “cavie” di palaniuk c’è una famiglia che si suicida colla CO. Però io non so.

    Oscar, con questo post hai fatto bingo, stavolta, sei tra i più cliccati di wordpress.

  15. Louis Says:

    LOLLONE, hai corretto davvero!

    cmq la risposta in tal senso è un bel Non so…
    non mi sono mai suicidato con la CO e non respiro mai, neanche in laboratorio, le emssioni. Isolando bene bene la macchina, e pigiando sull’acceleratore, senz’altro è possibile. Ma ci vorrà un bel po’ più di tempo.

  16. Oscar Ferrari Says:

    E allora fallo, dal momento che mi sembri proprio uno non abituatissimo a ridere, specialmente di te stesso. Dovresti imparare da Priedavat, lui si che è un vero umorista, lo conosci? avete lo stesso IP

  17. save0matic Says:

    [quote]ma come? a me hanno insegnato che ogni combustione, anche quella delle auto, produce ossido di carbonio (CO), non anidride carbonica (CO2). [/quote]

    scusa, non voglio offendere, ma da chi andavi a scuola?

    CnH(2n+2) + (2n+1)O2 —–> nCO2 + (n+1)H2O

    si produce anche CO naturalmente, ma la sua produzione dipende dalla temperatura e dalla quantità di ossigeno. Generalmente però gli scarichi delle macchine e quelli industrali sono quasi esclusivamente CO2, anche perchè la CO ha un’importanza industriale (e quindi economica) enorme quindi non ci sarebbe utilità a buttarla.

    In più l’effetto serra non mi sembra roba da poco, tutt’altro, è parecchio pericoloso.

  18. save0matic Says:

    [quote]Errata corrige, i motori a combustione interna producono anche CO2, producessero solo quella, non ci sarebbero problemi in città.[/quote]

    anche questo è impreciso l’accumulo di CO2 negli strati alti dell’atmosfera da assorbimento di radiazioni nel campo dell’infrarosso. Più è la CO2 più assorbono. Questo non sarebbe un male se non fosse che le radiazioni che raggiungono la terra come visibile vengono (per vari motivi che è troppo lungo spiegare) in parte rimandati fuori con lunghezze d’onda maggiori, quindi radiazioni infrarosse che vengono assorbite dalla CO2 e rimandate di nuovo sulla terra. Si instaura un bel circolo vizioso noto come “effetto serra” uno dei responsabili dell’innalzamento delle temperature medie.

    Per capirci in città da molti problemi perchè senza di lui non ci troveremmo i pensionati ai giardini a lamentarsi “o sinora mia, non esistono più le mezze stagioni”.

  19. Oscar Ferrari Says:

    Ne è arrivato un altro che vuole provare a suicidarsi col CO delle automobili moderne, giusto per vedere se funziona ancora? Forza ragazzi, che più siete e più ridete

  20. priedavat Says:

    Oscar, però non puoi prendertela se scrivi una cosa scorretta e trovi i pistini che ti correggono. Beppe Grillo dice che è il bello di internet, che ogni boiata venga sbugiardata….

  21. JOe Says:

    sinceramente…se dovessi suicidarmi…andrei in islanda…affiterei una barca…mi berrei un thè di stelle di natale (insapore e inodore e inritraccabile) pagherei qualcuno sulla barca per buttarmi in mare appena muoio, così il mio corpo andrebbe subito a fondo, ma poi lì sarebbe troppo freddo perchè torni a galla a causa dei gas della decomposizione e finirei mangiata dalle creature marine invece che rinchiusa sotto due metri di terra… (mai letto “il senso di smilla per la neve?)

    …a parte che…anche se l’anidride carbonica non fa male direttamente alla salute come dice antigrillo..(anche se vorrei vedervi a respirare da una bombola piena sola di anidride carbonica…poi raccontatemi com’era…se siete ancora vivi)..in ogni caso l’effetto serra ci fa male a tutti quanti. tutte le persone, tutte le piante e tutti gli animali e l’innalzamento delle acque, e non ci sono più le mezze stagioni e neanche le stagioni (neve dove caxxo sei?) e tutto il resto…. ecc bla bla….quindi….
    boh…

  22. Oscar Ferrari Says:

    PRIEDA. E chi se prende? ho messo l´errata corige richiesta, che sua volta merita una correzione. Sono solo curioso di sapere se nelle auto moderne ci si può ancora suicidare con i gas di scarico come in quelle degli anni ’70. È effettivamente da parecchio tempo che non si ha notizia di gente passata volontariamente a miglior vita in quel modo: Salutami Louis, o come si chiama adesso

  23. priedavat Says:

    perdonami se posto la seguente faccina: o_O?

  24. Oscar Ferrari Says:

    PRIEDA: vai tranquillo, posta quello che vuoi, io ho un casino da fare. Sto murando il camino della mia stufa a legna. A sentire i commenti qui sopra, se la combustione non produce CO, il camino non serve, e se lo produce sarei un idiota a buttarlo via. E siccome nessuno mi ha ancora detto se ci si può suicidare o meno con il CO del tubo di scappamento, mi sto preparando una valida alternativa

  25. steve Says:

    Il CO (monossido di carbonio) è velenoso (e mortale), solo se ti chiudi dentro il garage e tappi tutti i buchi. All’aria aperta non fa niente,per quanto ne so. Mi sembra che tra l’altro la UE oggi non prevede limiti per il CO nelle città, come invece per le polveri sottili.

  26. Ras Says:

    Oscar,
    in linea teorica ti puoi suicidare con la CO2, quando la pressione parziale della CO2 rispetto a quella dell O2 é troppo elevata, in un ambiente isolato (o meglio: ermetico) l’O2 viene scacciato dal gas che ha pressione parziale maggiore. Tecnicamente si muore per asfissia (assenza di ossigeno in quantità sufficiente).
    Correggetemi se sbaglio.
    Il problema (ricorreggetemi se sbaglio) é che in ogni combustione quello che ne esca dipende dal livello di efficienza raggiunto.
    Se la combustione é incompleta avrai come sottoprodotti, CO, CO2, ma anche altri composti organici che bene non fanno (uno per tutti: il benzopirene, altamente cancerogeno). Il benzopirene in questione si ottiene dalla combustione (incompleta) di molti combustibili, tra i quali la legna del tuo caminetto (e il carbone delle ferriere, ad esempio).
    In sintesi, idealmente sarebbe meglio se non utilizzassimo la combustione come fonte di energia per qualsiasi tipo di macchinario…
    🙂

  27. Ras Says:

    Correggo la mia prima frase: in un ambiente ermetico l’O2 non viene scacciato, ma prima o poi te lo respiri in quantità sufficiente a rendere difficile alla tua emoglobina la sua funzione di cattura per poi ossigenare i tessuti…

  28. mirko Says:

    se ci chiudiamo in un auto 2004 con benzina verde e marmitta catalitica respirando i gas di scarico con un tubo si muore lo stesso? curiosita’….

  29. madmax Says:

    Beh allora leggendo i commenti se devo suicidarmi con il CO devo farmi una bella pipata allo scarico della mia Yamaha R1 omologata euro 1 piuttosto che con la mia Alfa 156 1.9 JTD omologata euro 3

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: