NATALE, MEGLIO GLI ALTRI MARTEDÌ

happy.jpg

Ad augurare buon natale alla gente che ti piace, son buoni tutti. Anzi, sembra quasi un gesto ipocrita, una sottile manchevolezza post-ottobrina condita con strascichi di genuinità taroccata messa in atto con il vile scopo di raggiungere la guerra dei sensi, che se siamo sinceri, si comincia ad invocare già a febbbraio inoltrato.

Molto meglio fare gli auguri a chi non stimi per niente, alla gente che se si togliesse di torno (non fisicamente, per carità) farebbe un favore anche a se stessa, sempre dando per scontata la validità del principio di interstiderminazione postulato da Stielike nel  mai abbastanza compianto 1983, applicato alle persone fisiche in carne ed ossa e non, come nel sopracitato teorema, solo ed esclusivamente a batteri coprofagi creati all´uopo.

Sarà anche bello, il natale. Ma io preferisco i martedì normali

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , ,

26 Risposte to “NATALE, MEGLIO GLI ALTRI MARTEDÌ”

  1. VoxNova Says:

    “L’incarognito”, questa volta ti da ragione. Non vedo l’ora che passi sta giornata ipocrita! Stammi bene e buon martedì 😉

  2. yuri Says:

    “lalala è natale è natale si può bere di piùùùùùùù….”

    ^________^

    auguri oscar!
    hihi 😛

    io lo faccio sempre…gli auguri + sentiti e poetici a chi mi sta sulle pallini.tanto per dargli una lezioncina di stile

    l’unica cosa bella del natale è ke non si dve lavorare, si pùò dormire, se ti embriachi nessuno ti rimprovera, la mama cucina le cose buone che non cucina mai, e i parenti odiosi in cambio di ricevere attenzione ti sganciano soldini.
    una volta all’anno ci può stare

    ma sto risiko?

  3. innovatel Says:

    Concordo … W I NORMALI MARTEDÌ !!!!

  4. hic Says:

    in effetti manca un po’ il Risiko…

  5. crazynovember Says:

    bello il commento di yuri 😀
    grazie per il tuo commentino.. 😛

  6. artemisia65 Says:

    è passata.
    deo gratias….
    cmq auguroni oscarrrrrr

  7. zuppa Says:

    umpf.. a me piace il natale, sara’ che sto a tavola a chiaccherare di nuvole con mio fratello, sara’ che la mamma e’ sempre la mamma, sara’ perche’ vengo baciato in modo immeritato. sara’ che i figli son pezz’e core, sara’ perche’ m’han regalato un cappello nero che ci faccio un figurone, sara’ che passo il pomeriggio sul divano a far ruttini mentre guardo il filmone noleggiato apposta per l’occasione, sara’ che alla messa di mezzanotte suonano bach,
    sara’ che far due passi coi vecchi amici senza fretta e’ un gran piacere, io il natale lo adoro e ne aprofitto per farmi adorare.
    Abbasso Erode !

  8. nadiaflavio Says:

    Ho lavorato fino alle 14.00, ho un febbrone da cavallo…pensa te se non preferisco gli altri Martedi’!
    Fedele alla tua teoria non ti faccio gli Auguri per un bel fico secco!
    Ciao
    Flavio

  9. Aleyakke Says:

    qui meglio ci sto e meglio è: chi ripudia i martedì festaioli, chi è pieno di batteri, chi vuole le tavolate, chi gorgheggia… E bastaaaaa!

    Non ne posso più.
    Ormai è passato e nonostante la notte sia passata tra rutti e scoregge si comincia già a sentir puzza di veglione. Nonostante Fede si prodighi a dire che siamo alla frutta, che Capodanno capita nella quarta settimana e noi già siamo già a bagno nella terza… non si sente altro in giro che il ticchettio delle clacquette da tip-tap…

    Alex che ama l’Inps e precisamente Craxi.

  10. enzocorrenti Says:

    Nell’antica ROMA imperiale amici e parenti si scambiavano le STRENNE
    (ramoscelli di ulivo o alloro, simbolo di prosperità)
    il 25 dicembre,
    perché in questa giornata ricorreva:
    DieS NaTaLiS iNViCTi SoLiS
    (compleanno del sole che vince sulle tenebre)…
    Mi chiedo:
    come mai,
    una festa pagana,
    dedicata al DIO SOLE,
    è diventata la festa più sentita dei Cristiani?

    http://www.equilibriarte.org/enzocorrenti/blog/dies-natalis-invicti-solis-(compleanno-del-sole-che-vince-sulle-tenebre)

  11. Silencesorrow Says:

    OSCAR BUON NATALEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!
    Sono in ritardo di un giorno scusa. 😀

  12. carletta Says:

    Si in effetti è una giornata strana.
    L’unica durante tutto l’anno che se esci puoi vedere in giro come materializzati all’improvviso i personaggi storici su cui girano per tutto l’anno leggende metropolitane…chissà dov’è, cosa sta facendo….ma che fine ha fatto???

    Eccoli li beccate tutti in giro e vai a sbaciozzi sputacchiati in faccia e abbracci e languide carezze pure con quello, si è proprio lui…quello che fino a ieri ne parlavi male con i tuoi amici, ma oggi è Natale…siamo tutti più buoni, siamo tutti più ipocriti e falsi…

    Meglio un martedì normale almeno se incontro una persona so esattamente chi è dopo averla salutata!

    Un bacio Oscar…

  13. xeena Says:

    Grande partitaaaaaa!!!!

  14. priedavat Says:

    @enzocorrenti: mi sa che devi ripassare il catechismo, perchè il binomio sole-gesù è talmente ovvio che mi fa pensare che tu sia solo un provocatore.

    @all: ma possibile essere TUTTI così controcorrente dsa odiare il natale? ma se tutti sono controcorrente.

    Io a Natale son stato bene.

  15. Lune Says:

    eii mister polemico 😛
    allora io cmq ti auguro un buon santo stefano, anche se poi posso sembrare banale 😛
    a parte questo: ma fino a che punto è satira questo articolo?

    poi ti dico: natale è un unico stress. anch’io preferivo un martedì qualsiasi.

  16. enzocorrenti Says:

    Signor priedavat, penso che lei si debba studiare, da credente, un pò i vangeli o la bibbia visto che lei mi sembra, per non essere esagerato, un pochino disinformato…
    altrove ho dato questa risposta:
    Per iniziare, la Sacra Scrittura non ha lasciato una data alla Nascita di Gesù…
    Un piccolo testo, trovato sul web, per rispondere al quesito…
    “Dalla mitologia si rileva che il 25 dicembre i pagani iniziati ai misteri di Mitra celebravano la festa del natale del “Sol invictus”.
    Questo culto idolatria al dio Sole,
    l’eliolatria,
    fu l’ultima forma ereditata dal paganesimo romano.

    L’imperatore Aurelio diede ad essa una consacrazione ufficiale,
    erigendo in suo onore un tempio favoloso,
    mentre fissava la solennità di quel dio al solstizio d’inverno,
    cioè al 25 dicembre.
    Quando però l’imperatore Costantino si convertì al cristianesimo,
    fu necessario fare di quella data non più il «dies natalis» dell’ astro del giorno,
    bensì il «dies natalis» di Colui di cui l’astro era soltanto il simbolo nel cosmo.
    Così ebbe inizio il Natale del Signore.”

    Pensi un po’,
    a stabilire la data fu un imperatore romano,
    convertito al cristianesimo…
    Le verità di fede (che qui non metto in discussione) su questa data non hanno niente a che farci e solo una scelta molto umana…
    Addirittura una scelta imperiale!

  17. enzocorrenti Says:

    NB per il signor priedavat
    Un piccolo post scritum…
    Considerando che lei mi considera un provocatore e visto che si firma con uno strano nick “priedavat” regola numero uno, quando comunica con me, che ho un nome e cognome si presenti…grazie!

  18. hic Says:

    comunque anche nei testi sacri si narrà che Egli nacque quando i mandorli erano in fiore e questo non avviene in dicembre nemmeno in terra santa

  19. artemisia65 Says:

    a regà… è solo una data
    sia essa il 25 dicembre
    o il 14 aprile
    davvero conta così tanto?
    non conta di + il significato che questa ricorrenza ha?
    x chi ci crede ovvio

  20. priedavat Says:

    Artemisia coglie il punto.
    Lo sanno anche i bambini (ho controllato, lo sanno), che il 25 dicembre è solo una data simbolica, guarda caso subito dopo il solstizio invernale.
    Lo sanno anche i bambini che l’influenza romana ha molto pesato nelle faccende “burocratiche” della prima chiesa [uno su tutto: il termine pontefice].

    Quindi, questa frase:
    “Mi chiedo:
    come mai,
    una festa pagana,
    dedicata al DIO SOLE,
    è diventata la festa più sentita dei Cristiani?”
    può dimostare due cose:
    1-ignoranza
    2-voglia di provocazione sui cristiani.

    io, per farti un piacere, non ti ho considerato ignorante.

    Ah, puoi chiamarmi Ettore Buffi, sebbene l’internet permetta l’uso di nick.

  21. negroski Says:

    Sottoscrivo fino in fondo

  22. JOe Says:

    ..scusate…
    sempre la stessa storia…
    yuri ero io!
    è che in sti giorni usa il mio piccì e poi resta memorizzato. vabeh!

    @ priedavata….beh..ognuno il natale lo festeggia modo suo…solo ke è deciso dalla massa che sia il 24/25 dicembre. poi ognuno ne fa quel che vuole. chi vuole accendere le candeline per il bambin gesù, o chi vuol esserf felice che le giornate non si accorcino +, o chi semplicemente si gode un po’ di vacanza.
    a ognuno le sue…fino a un certo punto visto che siamo costretti a convivere con qualche miliardo di altri esseri umani
    😛

  23. enzocorrenti Says:

    Signor Ettore Buffi se dopo due interventi lei fa diventare provocatori e ignoranti la gente mi sembra che lei non sia abituato al dialogo…
    e per dirla tutta mi meraviglio che lei non abbia capito un cavolo del post
    di Oscar Ferrari il quale è molto pagano e poco cristiano!
    In questo contesto, visto dalla mia ottica, è lei il provocatore e non io…
    La saluto come Ettore Buffi o come priedavat (visto che internet permette l’uso dei nick come dice lei…)?

  24. Clody Says:

    ora ci resta aspettare il carnevale. ;p

  25. artemisia65 Says:

    @clody: ennò eh io aspetto san valentino..non ci rinuncio alla scatola dei mon chèrie 🙂

  26. stress relief Says:

    stress relief

    NATALE, MEGLIO GLI ALTRI MARTEDÌ | Oscar Ferrari. il blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: