SI FA PRESTO A DIRE MORTADELLA

mortazza.jpg

Ormai è conclamato, quando si sente parlare di  mortadella ci si riferisce a Prodi. Anche dalla tv sono spariti gli spot pubblicitari di questo umile ma prezioso insaccato. Eppure a Prodi, chiamandolo Mortadella ( o Mortazza, a secondo dei luoghi), non è affatto detto che non gli si faccia un favore.

Intanto c´è mortadella e Mortadella, mica sono tutte uguali. C´è quella da hard discount, magari fatta addirittura in Polonia o Cina, dove dentro ci mettono anche serpenti e pantegane. E c´è quella di Bologna DOC IGP e quant´altro, puro suino acculturato all´ombra delle Due Torri (una delle quali viene chiamata “degli Asinelli”).

Ma sono solo io, che a parità di freschezza e finezza del taglio, faccio fatica a distinguerle?

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,

16 Risposte to “SI FA PRESTO A DIRE MORTADELLA”

  1. aghost Says:

    distinguere?

    Aneddoto: Val Rendena qualche anno fa, dimostrazione di arte casearia in un maso, molti turisti. I casari lavorano operosi intorno ai paiuoli di rame, il fuoco, la cagliata eccetera. Turistame in estasi. E’ il momento della degustazione: un casaro piglia una forma di formaggio già fatto e stagionato e inizia tagliare via la crosta, che getta distrattamente a pezzi dentro un cestino.

    Mentre è tutto intento a tagliare il formaggio per la degustazione, alcuni turisti si avvicinano incuriositi al cesto e, equivocando clamorosamente, assaggiano i pezzi di crosta lanciando gridolini “yummm… buonissimo!”

    Altri turisti, richiamati dai gridolini, accorrono come le galline alla vista del pastone. Il casaro che di nulla s’era accorto, richiamato dal fermento dietro di sè si gira di scatto e vede l’incredibile scena dei turisti che si gettavano famelici sulle croste.

    “Ma cosa fate?” li rimbeccò severamente. “Quele l’è le croste!”. Insomma se quelli dell’Apt avessero fatto dai cestini con le croste, una incellofanata veloce e un bel fiocco rosso, le croste di formaggio sarebbero andate via come il pane 🙂

    Per dire che le nostre papille gustative sono orami talmente rovinate dal cibo industriale del supermercato che non sappiamo più distinguere i gusti.

  2. Vissani Says:

    E che c’è di male? Io non le butto mai, dato che le considero formaggio solamente più stagionato di quello che loro ricoprono. Una pulita e si mangiano. Come diceva mia nonna, “Ghe voria na guera”.

  3. aghost Says:

    la mia dice “ghe voria en po’ de guera” (recentemente anche “en po’ de iraq” nella versione attualizzata)

  4. Oscar Ferrari Says:

    VISSANI, sei un eroe. La scorza del grana, ad esempio, è ottima se gettata nell´acqua di cottura della pasta, ne vien fuori un ottimo antipasto ciungoso

  5. Uyulala Says:

    @ Oscar: vedi, mi hai dato una buona idea 😉

  6. enrico/babilonia Says:

    Spero che in quella che mangio io (finocchiona) ci sia roba buona.

  7. Signor Ponza Says:

    Ma è vero che la mortadella è fatta con tutti gli scarti?

  8. xeena Says:

    Da me le scorze del grana vanno a finire nel minestrone o nella pasta e fagioli da sempre.Mai messa la scorza del grana nel micronde é uno spettacolo…..poi io non me la mangio ma c’é chi in casa apprezza….

  9. zdora Says:

    mmm…faaame…e ho appena fatto colazione, cavolo. daccordissimo con csina

  10. artemisia65 Says:

    brava xeena
    nel minestrone è favolosa la crosta del parmigiano
    così come la cotenna del crudo
    eddai suvvia
    non si butta nulla di sti tempi 🙂

  11. JOe Says:

    nella minestra d’orzo e nella crema di zucca…
    mai fatta la crosta di grana bruschettata?
    ci metti sopra i pomodorini e l’origano e la metti in forno e poi gnam gnam

    …la mortadella…beh di base resta sempre e cmq un impasto di sangue e vari…fine della storia
    *non mi piace*

  12. La guressa Says:

    sei quello che mangi – ricordatevelo!

  13. francesca01 Says:

    a me piace la prosciuttella…una mortadella con pistacchi….bonaaaaa!!!!

  14. La JOe Says:

    hihihi…gura….!
    allora aspetto con ansia di prendere le sembrianze di una bella birrona!
    😀 😛

  15. errosa Says:

    Mi viene in mente l’acne giovnile di Prodi, coi pistacchi al posto dei brufoli. La vecchiaia gli ha omesso la “brufolosi”, in compenso gli ha donato uno scompenso grasso-materia grigia con relativa lieve paresi “sorrisale”.
    Uh! Dovevo parlare di cibarie? Allora alla mortadella non ci sto. Mi fa starnutire a raffica. A te no?

  16. alberto Paolo Bernardini Says:

    che commenti stupdi parlavamo di mortadella, allora, quella fatta con perizia e probabilmente migliore del prosciutto e dei salami.
    Mortadella con il pistacchio e cibo da re

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: