MAGARI FOSSE STATO VERO!

L´Alto Adige non è Italia“, questo manifesto è stato affisso (non abusivamente, per carità) negli appositi spazi pubblicitari della provincia di Bolzano. Ha sollevato un vespaio di critiche per il messaggio forte e per il richiamo grafico alla bandiera austriaca.

Purtroppo, il processo di integrazione dell´Europa non è ancora sufficientemente sviluppato, per cui ci sono ancora molte differenze tra l´appartenere ad uno stato o all´altro. Io personalmente non troverei alcuna difficoltà, pur essendo di lingua e cultura italiana e facendo il tifo per gli azzuri ai mondiali,  se il posto dove vivo e lavoro si trovasse sotto la giurisdizione austriaca, anzichè appartenere all´Italia. Mi andrebbe meglio essere cittadino portoghese, ma qui ci sono difficoltà geografiche insuperabili.

Ma se proprio devo dirla tutta, essere stato beccato due volte alla guida con un tasso alcolico dello 0,78 promille (in occasione di normali controlli, nessun incidente per fortuna), in Austria mi sarebbe costato due ammende intorno ai 200 euro, in Italia invece ho subito due ritiri della patente per 15 giorni, due condanne penali con relativo lordamento della fedina e assoldamento di avvocato, minimo 3 visite mediche con presentazione delle analisi del mio sangue, e la frequentazione di un corso di riabilitazione alla guida svolto negli ultimi quattro sabati pomeriggio di agosto.

E mi è andata anche bene, considerando che le nuove norme sono ancora più severe. Però mi consolo leggendo che la Confindustria ha deciso di espellere i suoi aderenti che pagano il pizzo alla mafia. Un giusto gesto di coraggio civile, dal quale sono evidentemente esclusi sia gli imprenditori mafiosi che quelli che con la mafia  ci fanno affari.

Annunci

Tag: , , , , ,

18 Risposte to “MAGARI FOSSE STATO VERO!”

  1. Captain's Charisma Says:

    Sai che non ho capito molto bene il senso del tuo post…non capisco se è sarcastico o cosa…boh

  2. Artemisia65 Says:

    ma con sta storia che l’alto adige non è italiano devo dire la verità hanno stufato. è italiano che gli piaccia o no. se non gli piace che se ne vadano in austria e la finiscano con sta storia patetica dei poveri defraudati che soprattutto x chi conosce la situazione dell’alto adige fa ridere i polli.
    cmq è anche colpa degli italiani eh se hanno tutto sto potere. te lo ricordi oscar, il censimento del 1971?
    io si e molto bene….

  3. Luca Marcon Says:

    A quale mafia si riferiscono: a quella classica o a quell’altra? Suggerirei a Confindustria di aggiungere al coraggio civile (peraltro tutto da dimostrare) anche un po’ di coraggio civico: procedano ad espellere anche gli aderenti che pagano il pizzo ai politici, una buona volta!

  4. babilonia Says:

    Mi è capitato spesso di venire a Bolzano tempo addietro.Poi il militare l’ho fatto a Trento e nella tua città tornavo a volte. Ho sempre notato una enorme differenza anche nel trattare i turisti. C’erano allora i bar x gli italiani e quelli per i madrelingua tedesca. Così come,mi dissero, per chi voleva comprare un appartamento. Quel manifesto mi sembra decisamente offensivo, a meno che non ci sia del sarcasmo sotto, ma non credo.
    bevi più succo di mele, vedrai che il tuo tasso rimane nella norma!!! Prosit
    (dai ti autorizzo a mandarmi a quel paese)

  5. missmidnight Says:

    Sai, prima non lo comprendevo ma ora un po’ capisco perchè in molti non vorrebbero essere italiani. Certo, eticamente è un po’ un oltraggio alle origini, i leghisti sono un po’ (un po’?) esaltati… ma in fondo come si può non aspirare a una gestione migliore rispetto a quella italiana?

    Ps: ho cambiato indirizzo!

    http://www.missmidnight.it

  6. brigidafraioli Says:

    ma poi dovremmo chiamarti Oscar con la K…

  7. Kijio Says:

    be’ io che sono apartitico ed antimonarchico avrei tenuto stretto in passato nizza e la savoia, e la bellissima penisola attualmente croata, lasciando i meravigliosi paesaggi alpini agli austriaci. Poi magari sarei andato a “Bozen” a fare le ferie in montagna e mangiare un sacco di speck 😉
    Si presenta sempre il “senno del poi” ma esiste anche una contraddizione nei termini con i fanatici delle tue parti (e sottolineo fanatici, non persone che amano le proprie tradizioni): gli austriaci li considerano “meridionali”!
    Insomma proprio non capisco perche’ alcuni di loro odiano gli italiani, quando invece hanno la fortuna di poter imparare, a spese dello stato italiano, due lingue perfettamente e godere di ampia autonomia. Che io sappia non esiste nessuna legge italiana che gli impedisce di mantenere le proprie tradizioni, e con le leggi speciali sono stati sinora liberi di agire molto piu’ di altre minoranze in italia.
    Il fatto poi che i responsabili del manifesto non siano indagati ai fini dell’art.241 del cp:
    «Art. 241.(cp) – (Attentati contro l’integrità, l’indipendenza e l’unità dello Stato). – Salvo che il fatto costituisca più grave reato, chiunque compie atti violenti diretti e idonei a sottoporre il territorio dello Stato o una parte di esso alla sovranità di uno Stato straniero, ovvero a menomare l’indipendenza o l’unità dello Stato, è punito con la reclusione non inferiore a dodici anni.”
    lascia capire in che paese “dei balocchi” sono finiti. Mi sembra esagerato 12 anni, ma un decreto di espulsione ci starebbe bene, tanto sono a 2 passi dalla loro (presunta) casa!

  8. JOe Says:

    vorrei proprio sapere chi è l’autore del menifesto..
    forse l’ A.s.r (associazione storditi riuniti) ?
    cioè fatti loro se la vedono così….e se un domani bolzano non dov’esse + essere italiana non mi farebbe ne caldo ne freddo (sempre amettendo ke abiterò ancora a bolzano)
    ma dove sarebbe il Suedtirol senza i soldi Dde Rroma? e poi cioè dall’Austria ce l’hanno detto mille volte pure con qualche risata in faccia, che non ci vogliono zero non esiste. Allora cos’è il Suedtirol? non vuole esere Italia, con cui soldi fa la bella vita ma non può essere Austria perchè l’austria il Suedtirol non lo vuole….dunque….
    Non so…. sarà il caso di creare la Bundes Republik Suedtirol? così facciamo tutti contenti (a parte ke poi senza contibuti se more tuti de fame)
    ma il senso pratico certa gente proprio zero…
    povero mondo

  9. iso Says:

    INFORMATION per JOe
    L’autore del manifesto é la “Südtiroler Freiheit”, fondato da Eva Klotz, dopo il “divorzio” da Pöder (presunto neonazi) e membro dei “Freiheitlichen”.
    Esendo sudtirolese e addiritura da Termeno, mi sono sempre battuta per la pacifica convivenza tra italiani e teceschi, (anche perche avevo sempre fidanzati italiani, tranne uno), avendo 2 figli da un italiano mi interessa tuttora la pace in questo paese. Peró questa lamentela del disagio italiano (c’é anche chi ha dichiarato di essere diventato sterile per questo motivo) non posso piú sentirla, io penso che gli italiani aperti e easy in Alto Adige/Südtirol possono sentirsi “Sauwohl-da dio”, chiaro se uno é per forza un piangimerenda non si sente bene da nessuna parte.
    A chi non piace vivere quí e questo vale sia per gli italiani che per i tedeschi, puó scegliere l’austria, o l’italia, liberamente!

    Chi trova un errore ortografico puó tenerselo e metterlo sott’olio o aceto.
    La sterilizzazione é non é ammessa.

  10. Luca Marcon Says:

    Mi par di capire, cara Iso dai molti amori italiani tranne uno, che secondo te il problema si riduca ad un semplice dilemma: ovvero tra chi sia piangimerenda e chi no. E allora diamogliela ‘sta benedetta merenda, così finalmente s’azzittiscono. Sulla soluzione proposta per quelli a cui non piaccia viver qui, c’è qualcosa che non torna: vada per scegliere l’Austria, ma chi dovesse optare per l’Italia – come hai scritto tu -, che fa, resta qua o va via? Perchè fino a prova contraria….

  11. La JOe Says:

    ISO grazie della info..uah uha la cara klotz.. :oP
    sì giusto sui piangi merenda…
    hmm io sinceramente penso di essere abbastanza easy ecc. ho metà parenti di Margreid e anke metà amici di madrelingua tedesca. e non ho mai avuto problemi. Mi sono pure messa a imparare il Deitsch così perchè mi suonava simpatico e penso che se ognuno fa quel ke può poi ci si può anke sentire tutti a proprio agio senza problemi

    I problemi tanto per cambiare ci sono ai piani alti mi sa
    ti dico solo che all’asilo ci facevano fare la pausa separati classi tedesche e classi italiane. e la mia maestra è stata ripresa di brutto brutto perchè ha osato organizzare un Torgglen tutti insieme. E chi c’è di più easy dei bambini dell’asilo?
    O quando no ti danno un lavoro xkè non sei tedesco. e il posto resta poi vacante…
    O quando devi scegliere a che liceo andare e devi andare x forza in un’altra scuola o in una scuola privata perchè il liceo che vuoi te non c’è a scuola italiana xkè la provincia non gli da i soldi.
    io spesso ho provato fastidio in tante situazioni ingiuste, ma daltronde nessuno mi vieta di andarmene. quindi mi faccio il mio bel mazzo senza fiatare e vado avanti con la mia vita easy e tanti saluti.
    piangimerenda mi sembrano anche quelli che attaccano certi manifesti, tipo quello qua sopra. perchè a livello pratico appunto, quel che dicono è una cazzata. perchè a livello pratico fanno i fighi con i soldi dello stato italiano, e a livello pratico l’austria non ci vuole a noi “terroni” del suedtirol” quindi a un certo punto, che cazzolina vogliono? e che cazzolina devono andare in giro ad attaccare certi manifesti?
    sono proprio fuori dal mondo secondo me. sputano nel piatto dove mangiano e intano però si fanno la bella vita.
    ma va là cari

  12. Oscar Ferrari Says:

    Il succo di tutto questo è che la questione sudtirolese è una enorme farsa, dove ognuno recita, a volte anche inconsapevolmente, la propria parte.
    Brigida, la mia personale standing ovation per il tuo commento

  13. Kijio Says:

    @ Oscar
    ecco lo sapevo che era questione di appecoronamento .. 😛

  14. Lalla Says:

    In Alto Adige – Süd Tirol si sta benissimo sia da italiano che da tedesco e mucchela li a chi si lamenta sempre!!!

  15. iso Says:

    Hai ragione caro Luca Marcon, gli italiani piangimerenda non possono andarsene in Italia, perché lo sono giá, lapsus mio (al telefono un giorno ho detto che il mio capo é all’estero alla fiera di Milano…ad un cliente di bologna :()
    Ma cosa vuoi, perdonami, ma per mé l’Italia é dopo Mezzocorona o giú di li. Sono vissuta a Termeno fino a 16 anni e lì nessuno mi diceva che ero in Italia.
    Volevo dire che se ai piangimerenda Italiani il Südtirol-Alto Adige non piace o non si trovano a loro agio, devono andare piú in giú tipo Bologna, Milano o Roma e quelli fanatici tedeschi se ne devono andare ad Imst, Tölz o Wien.
    Se io, e parlo sinceramente, non mi trovo bene in un posto, faccio una cosa semplicissima, me ne vado in un’altro

  16. iso Says:

    Cara JOe
    se la signora Klotz attacca quei manifesti é perché suo padre é stato ammazzato dagli italiani , era un cosidetto “Südtiroler Freiheitskämpfer-oppure terrorista”, e si é battuto negli anni 60 per la liberazione dal regime italiano, discutibile o no, lei in memoria di suo padre lotta per la liberazione del Südtriol. Mi sembra che é crescuta con ormai solo la madre e 6 o 7 fratellini in estrema povertá. É anche convinta insieme al suo partito che il Südtirol si puó autofinanziare (forse ha anche ragione).

    Anch’io come té, in tante situazioni ho provato fastidio, tipo ospedale (non hai le parole giuste in italiano e ti guardano dall’alto in basso) , carabinieri arroganti che ti fermano e ti parlano in una lingua che non capisci ( e non è italiano…)
    ma stravincono le situazioni belle tra italiani e tedeschi (tipo grigliata dei Pinocchietti) e quindi ….JOe sei easy rimani cosí e rimani qui!!!

  17. Luca Marcon Says:

    Cara Iso, se tutti quelli che non si trovano bene in un posto andassero via, avremmo una storia a metà: solo gente che scappa (emigranti) e nessuno che si impegni a sistemare le cose!

  18. iso Says:

    Caro Luca,
    gli emigranti scappano, perché la loro situazione é insostenibile, e nel paese da dove vengono non c’é futuro.
    Io parlo della gente di quí che stá bene se vuole, e trova lavoro se vuole, non soffre di fame ecc.
    Parlo di quelle persone che il loro Hobby é la lamentela, senza, gli manca qualcosa. Allora fai sul serio, “ciappa le strazze” e vai.
    Se il mio malessere qui in Alto Adige sarebbe cosí grande, me ne andrei in Sud Francia a fare la “Winzerin” non só come si dice in italiano (una che fá il vino insomma).
    Quí le cose mi sembrano ciá sistemate, se pensiamo al Südtirol di 40 anni fá (che prendavamo la “Stille Hilfe” dall’Austria) e il Südtirol di adesso, penso che delle belle cose sono state anche fatte, per tedeschi ma anche per gli Italiani, no?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: