SOTTO LA DOCCIA, LA RIFORMA DELLE PENSIONI

                                psycho.jpg

Sarà anche merito (o colpa) dei coglioni che mi diventano duri e sodi dopo la doccia gelida a cui sono abituato, ormai da anni, a sottoporli, ma dopo il più che quotidiano lavacro mi vengono spesso delle idee geniali (si fa per dire) per risolvere problemi di cui leggo o sento parlare. Oggi tocca alla riforma del sistema pensionistico.

Prima di tutto, vediamo di intenderci bene su cosa significhi la pensione. Io la concepisco come un reddito che serva a far vivere dignitosamente una persona che, raggiunta una determinata età , non sia più in grado di lavorare o non ne abbia più voglia.

Quindi,  TUTTI IN PENSIONE ALLA STESSA ETÀ E CON GLI STESSI SOLDI

Si dividono semplicemente le risorse disponibili per il numero dei cittadini in età pensionabile. Se guadagni milioni di euri con il tuo lavoro ti conviene continuare a svolgerlo e puoi fare anche il bel gesto di rinunciare alla pensione, se invece hai vissuto di espedienti, ad una certa età ti meriti la pensione solo per esserci arrivato.

Faccio fatica a farlo, ma posso anche accettare che un dirigente d´azienda guadagni molto di più di un semplice impiegato, è una questione di capacità, responsabilità e preparazione, e va bene. Ma quando ambedue hanno concluso la loro vita lavorativa, non vedo il motivo per cui questa differenza di retribuzione debba continuare a sussistere,  sono semplicemente due cittadini l´uno uguale all´altro, e come tali devono essere trattati.

Ovvio che, in un discorso del genere, il concetto stesso di previdenza sociale va a farsi benedire, la pensione diventa pura e semplice assistenza sociale, finanziata dalla fiscalità generale, al quale ogni cittadino è tenuto a concorrere in modo proporzionale al proprio reddito.

Ah, dimenticavo, c´è da risolvere la questione dei lavori usuranti: facile, non ci devono essere lavori usuranti, se uno lavora in una fonderia deve semplicemente disporre di una giornata lavorativa più breve di quella dell´usciere che sta tutto il giorno fuori a fumarsi le cicche, e morta lì.

L´ultima poi smetto: TUTTI IN PENSIONE ALLA STESSA ETÀ E CON GLI STESSI SOLDI, a me è venuta così e così l´ho scritta, ma qualcuno sa dirmi quanto salterebbe fuori a cranio?

Annunci

Tag: , , , ,

31 Risposte to “SOTTO LA DOCCIA, LA RIFORMA DELLE PENSIONI”

  1. nonsonounacommessa Says:

    Ecco, sarei curiosa anch’io di sapere quanto salta fuori a cranio, chè non so mica se ci conviene..
    stimatissimo, baci.

  2. La JOe Says:

    ..hmm ci sarà un motivo se studio lingue…. hehehe ^___^
    non son portata x i conti
    però vedo al mio lavoro, ke un sacco di gente *e calco bene su “un sacco”* si becca pensioni tra i 4000 e gli 8000 mila euri mensili…..secondo me ce la si potrebbe anche fare…
    boh!

  3. Zelig Says:

    Vecchia storia, caro Oscar: mi pare di aver letto qualcosa del genere tra Marx ed Engels; tutt’al più diciamo che, accettando le differenze retributive, potresti essere incasellato sotto l’egida del riformista. Non sei ancora pronto per il PD, ma piano piano….

  4. La guressa Says:

    Oscar, tu stai parlando di Stato Sociale, quello ideale…, mi commuovo sempre quando leggo post o articoli cosí: é un sentimento misto tra la voglia di piangere e quella rabbia che ti fa venire voglia di uscire e andare..chessó a Pallazzo Chigi? Parlamento o altre mirabili sedi con un vestitino al plastico e farsi esplodere in mezzo ai nostri governanti…vabbé…
    Per fortuna non si é estinta del tutto la gente come te che é ancora in grado di avere pensieri, che non sono di seconda mano o “imboccati”. Certo uno legge Marx e/o altri, ma piú che influenze, queste letture io li chiamerei pensieri di altri che si incontrano con il tuo – Ok, la smetto. ((-:

  5. La guressa Says:

    ah! Complimenti per PSYCO!

  6. skannakiappola Says:

    ki ti ha fatto la barba tra la foto 2 e la 3???

  7. La guressa Says:

    Oscar, una domanda: ma chi ti ha fatto la barba tra la foto 2 e la 3?

  8. cabassa Says:

    Rivolta delle pensioni:
    effettivamente se si pensa che le pensioni da 4-8 mila euri per la maggior parte vengono pagate da chi ne guadagna 1200….. sta a significare che uno sgobba 8 ore a 1200 per far fare una mazza a quello da 4-8 (chi lavora guadagna meno di chi non lavora (a pensarci è pazzesco)) che tra l’altro forse un pò di soldini da parte per i figlioli li aveva messi.
    quì spunta il terzo elemento, quei figlioli che senza fare una mazza, da un giorno all’altro si trovano senza meriti capitali che non sanno poi neanche gestire. altro che tassa di successione ( attenti! la lega potrebbe istituire la tassa di secessione)! facciamo pagare a costoro le pensioni dei loro papà!

  9. La guressa Says:

    @CABASSA: ben detto! Bravo
    @OSCAR: nell’ultimo post di Paolo&Chiaro c’é una tua foto

  10. Zelig Says:

    Mi avete convinto. Adesso sparo la mia anche io: i mezzi di produzione alla classe operaia! Orc, mi sa che ci hanno già provato. Che ne dite di Chuck Norris presidente dell’universo?

  11. brigidafraioli Says:

    Sempre più geniale. Un’idea così sarà sostenuta da chi si ritroverà pensioni esigue; La maggioranza quindi… che in una finta democrazia come la nostra non conta niente!

  12. La JOe Says:

    ^____^ Cabassa for president!!!

    uah uah zelig mi fai sempre troppo sciallare. viva chuck norris…
    “dietro la faccia di chuck norris si nasconde sempre solo un altro pugno…..di dollari” hihi

  13. Signor Ponza Says:

    Io, nonostante la formazione economista, non sono in grado di dare i numeri. Almeno, in senso tecnico. In ogni caso quello che proponi è molto sensato (molto più di altre proposte che si sentono di questi giorni) e credo sia semplicemente un ulteriore configurazione del modello di previdenza integrativa. Nel senso che chi guadagna tanto e durante la vita lavorativa vuole mettersi da parte i soldi lo può fare “privatamente”, mentre chi non può permetterselo prende solo quello (uguale per tutti) che lo Stato gli da.

  14. Aleyakke Says:

    è da dieci anni che la sera una prece la spedisco a San Bettino che, testa nel fondo del barile, munito di cucchiaio ha raccolto ancora un po’ di denari e si è diretto all’Inps a pagarmi una quaterna di anni di markette, poi al cellulare ha chiamato il mio imprenditore e gli ha detto: sbattilo fuori che non serve più a un cazzo e incentivalo un po’ che fa il difficile.
    Fatto ciò, ogni anno, l’unico fioraio di Hamamett è delegato a portare un garofano sul tumulo di C., è il minimo.
    Viva l’Italia, l’Italia liberata.
    Alex

  15. Oscar Ferrari Says:

    SIGNOR PONZA, in effetti è proprio così, solo che con quello che ti garantisce lo Stato adesso, la previdenza integrativa risulta essere nient´altro che una tassa cammuffata.
    ZELIG, qui Marx non c´entra per nulla, non si discute il diritto a guadagnare di più di qualcun altro lavorando, ma non vedo perchè il dirigente e l´impiegato che alla fine della loro carriera passano le giornate guardando attraverso le assi dei cantieri, debbano percepire somme diverse
    ALEY, almeno tu hai un obiettivo, devi metterti a raccogliere firme per intitolare una via o una piazza a Bettino Craxi
    BRIGIDA, e se si scatenerà un conflitto generazionale, alla fine sarà sempre una guerra tra poveri, come sempre in Italia
    CABASSA, alla fine per fare una mazza serve anche dell´impegno. Ci vuole un manico di legno e dell´acciaio minimo Fe42 da fondere nella forma opportuna
    GURESSA, grazie per le belle parole, sono contento di non essermi ancora estinto del tutto
    Joe, se studi le lingue allora sai già chi mi ha fatto la barba tra le foto
    SCONNESSA, ho fatto un calcolo a occhio, saltano fuori più o meno 1200 euri a testa per gli over 62, neanche male

  16. hic Says:

    si tutti in pensione con tremila euro al mese…approvo approvo

  17. Zelig Says:

    Marx c’entra perchè è stato uno degli ultimi (ahinoi) a sostenere il principio del superamento della mera capacità contributiva nella determinazione degli oneri e dei privilegi (tra cui lo stato sociale) da ritrasferire in capo ad ogni cittadino. Ed in verità, questo principio è già in parte recepito nella struttura di welfare ad oggi in vigore: basti pensare alla sanità pubblica, dove i cittadini dovrebbero accedere alle prestazioni mediche indifferentemente dalla loro capacità contributiva. Oscar, non avertene a male ma quello che mi pare tu finga di non capire è che di “intuizioni” come la tua se ne rileggono da mane a sera: non acquisiscono maggiore legittimità ed autorevolezza per il semplice fatto di essere declamate.

  18. La guressa Says:

    OSCAAAARRRRRRRR? Dai, non snobbarci!
    Guressa e Skanna

  19. Oscar Ferrari Says:

    ZELIG, è solo cazzeggio da blog, non ho certo la presunzione di passare da oracolo, bastasse una doccia fredda sui coglioni per riformare l´Italia, mi darei alla produzione di mutandoni ad azoto liquido da vendere davanti a Montecitorio.
    L´esempio della sanità (ma anche della scuola, delle strade etc), è proprio lì che volevo arrivare, ma a qualcosa in un blog devono servire anche i commentatori

  20. La JOe Says:

    @ oscar…? °__°
    hmmm…hmmm…. gh?
    so..cosa so? oddio.. che robe…se studio lingue…. boh
    la settimana enigmistica ei rebus non sono compresi nei miei studi linguistici! :oPPPP

  21. La JOe Says:

    …mutande all’azoto!!! altro prodotto di punta x la cara Demential Corporation

    ^_____^

  22. nuvolepensierose Says:

    Bè, i testicoli ghiacciati sono un’escamotage che non avevo ancora sentito! 😀

    Personalmente, preferisco adagiarli su un cuscino di seta dopo che hanno girato per tutto il giorno. I gioielli di famiglia van tenuti bene! 😉 😛

    Per quanto riguarda la riforma previdenziale, è meglio che taccia ché i miei metodi e le mie idee rasentano quelli dei Quattro Cavalieri…

    @aleyakke: San Bettino. Giusto per ricordarci che in Italia gli uomini tutti d’un pezzo prima o poi finiscono nella spazzatura perché troppo scomodi.

    PS ti ho aggiunto al blogroll. In ritardo, ma ci sei! 😉

  23. hic Says:

    ben detto Oscar sei proprio un rapanello selvaggio!

  24. Zelig Says:

    Oscar, c’è una differenza sostanziale tra la categoria delle pensioni e la categoria della sanità, della scuola, delle infrastrutture: qual’è?

  25. lefting Says:

    Avventurandomi in calcoli inutili e con premesse sbagliate (del tipo reddito pro capite come stipendio pro capite moltiplicato per la popolazione e diviso per il 58% dell’età lavorativa 15-64 cioè il tasso di occupazione e poi ipotizzandone un ribasso di un terzo e più) potrei scrivere al ministero dell’economia affermando che una pensione di circa duemila euro a testa dai 64 in su rispecchierebbe l’equità, e di provvedere al più presto insomma.

  26. nonsonounacommessa Says:

    1200 euro son tanta roba ora, ma fra trent’anni non ci pagherai neppure l’affitto se andiamo avanti così..
    che ne pensi?
    baci.

  27. sc Says:

    ….

    Il sangue mi si è scaldato. Girando per i blog.
    Leggendo. Discutendo.
    Stop! pensioni? Tra un po dirò la mia!.
    UPDATE (24.07.07): Ora dico la mia
    __________________
    Premessa: è difficile per me scrivere questo articolo senza uscire dal seminato. Trop…

  28. sc Says:

    aiuto, che è successo! volevo solamente mandarti il trackback. olalala!
    perdona.

  29. andreab Says:

    Ho trovato un buona riflessione sulla riforma delle pensioni a questo link:
    http://www.moderatamente.com/articolo.asp?val=2
    cosa ne pensate?

  30. MEN AT UÒRC « Oscar Ferrari. il blog Says:

    […] birra, rapida approvazione a maggioranza (semplice, assoluta e qualificata allo stesso tempo) della riforma pensionistica del PPT e poi di nuovo a raccattar pseudocubetti fino […]

  31. brigidafraioli Says:

    l’avevo adorato allora e lo riadoro adesso Oscar e te lo condivido pure!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: