il PARLA A VANVERA

  wolf_evil_smile_md_wht.gif

Certo che dev´essere dura, la vita del giornalista. Di ogni notizia deve verificarne la fonte, valutarne la credibilità, fare insomma tutte le cose che la deontologia professionale gli impone. E alla fine magari è tutto tempo perso e il suo lavoro, per mille motivi diversi, non viene pubblicato.

Sotto questo aspetto, il parlaavanvera è indubbiamente avvantaggiato dal non dover rendere conto a niente e a nessuno, e anche dal postulato di Andreotti, secondo il quale chi pensa male fa peccato, ma purtroppo raramente sbaglia.

Un piccolo esempio potrebbe essere la questione dell´ampiamento dell´aeroporto di S.Giacomo, a Bolzano. Il giornalista sa che Durnwalder ( pontefice e lider maximo sudtirolese), rinunciando per una volta al suo proverbiale decisionismo, ha nominato un mediatore per analizzare la questione, sentire il parere del popolo e dei suoi rappresentanti. Che poi, in una provincia bilingue, questo mediatore non sia in grado di parlare e di intendere la lingua italiana, non rappresenta un ostacolo insormontabile, in fondo Bill Clinton ha unito le mani di Rabin e di Arafat, senza conoscere nè l´arabo, nè lo Yiddish.

Il parlaavanvera invece, pensa subito male e casualmente conosce molta gente da quelle parti, inoltre lo spirito d´osservazione non gli fa difetto. Viene così a sapere (ma sono solo voci, insinuazioni, chiacchere) che alcuni agricoltori proprietari dei terreni che si trovano  proprio dove dovrebbero allungare la pista hanno (o meglio: avrebbero, ma condizionale e parla-a-vanvera non vanno d´accordissimo), venduto il proprio terreno alla Provincia che sicuramente non vi proseguirà la coltivazione di mele. Due più due, quattro.

Passando da quelle parti, nota anche che l´insalata nel fondo adiacente alla pista non è ancora stata piantata. Strano, siamo a metà aprile. Quattro più quattro, otto.

Seguendo i cartelli che indicano la presenza del metanodotto, il parlaavanvera nota che in prossimità del terreno destinato all´allungamento della pista, il metanodotto curva ad angolo retto, evitando di attraversarlo. Strano, di solito vanno dritti con queste cose. Otto più otto, sedici.

Nessuna prova, nessuna certezza, solo voci e illazioni, solo pensieri cattivi, ma al parlaavanvera quando vede i tavolini per la raccolta delle firme contro l´ampliamento dell´aeroporto, scappa un sorriso pieno di tenerezza

Annunci

Tag:

9 Risposte to “il PARLA A VANVERA”

  1. nonsonounacommessa Says:

    Però ecco, volevo dire che per me il parlaavanvera alla fine c’ha le palle, chè non so il perchè ma mi sta pure simpatico..
    Ma Mario? Baci.

  2. brigidafraioli Says:

    eh, se lo querelano gli fanno male…

  3. La Guressa Says:

    purtroppo é spesso cosí Oscar, piú di una volta mi sono chiesta (magari pure firmando) perché piazzano tavolini per raccolta firme anche quando si sa che i dadi sono stati giá tratti? Cos’é? si auto prendono per il culo?..vabbé continuiamo a firmare che non si sa mai…

  4. Zelig Says:

    A raccogliere firme loro (i Verdi, soprattutto) non si prendono per il culo per nulla: è una delle tante tecniche elettorali per raccogliere consensi e quindi voti. Dovrei dire che prendono per il culo chi firma: ma dato che io tendo ad eccedere nella vena polemica, diciamo allora che prendono per il culo e basta. Una reductio ad substantiam, come si direbbe tra jazzisti.

  5. vicario Says:

    il problema è che il bolzanino limita le lotte civili alla firma. costruiranno tutto quello che vogliono tanto al massimo gli arriverà qualche foglietto con delle firme e basta, poi chi ha portato le firme magari lo convincono e voterà anche a favore. al corteo no-tav se non veniva gente da fuori avremmo fatto la solita meschina figura, e cmq la tav si farà anche quella, l’ha detto anche pecoraro scanio, ci sono tutti gli esperti che vogliono che dicono che va bene…

  6. Dan Says:

    c’è poi il discorso Laimburg. Pare infatti che ai proprietari dei terreni espropriati per l’aereoporto, vadano dei terreni di proprietà della Laimburg. e chi ne è il presidente? ecco che un altro parlaavanvera potrebbe fare 16+16…

  7. Zelig Says:

    Mi sbaglio o ho come l’impressione che qualcuno (ah, misero!) stia ancora dubitando del fatto che l’aeroporto verrà allungato?

  8. brigidafraioli Says:

    Si però quando “report” deve parlare bene di una città italiana di chi va a parlare?
    Ma di Bolzano of course!

  9. Federico Says:

    Stupendo il confronto tra il giornalista e il parlaavanvera!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: