LA DIASPORA DEI PROFUGHI DEL SUGAR REEF

sindaco.jpg

Non mi è mai mancato un bar come il Sugar Reef, che ha chiuso da quasi tre mesi ormai. Al Sugar Reef ci andavi e sapevi sempre che la serata non sarebbe stata inutile, qualcuno a cui rompere i coglioni lo trovavi sempre. Potevi tranquillamente uscire da solo, prima o poi arrivava la tua gente, e se non arrivava ne conoscevi dell´altra. simile.

 Ci suonavano due volte alla settimana, a volte robaccia, ma ho visto anche dei bei concerti, i gestori erano dei toscani simpaticoni, la Monia e il Grullo, la Stella e il ricciolone che non ho mai saputo come si chiamasse.

E poi era la sede ufficiosa del Partito per Tutti, mica pizza e fichi , come dice nonsonounascommessa. Per fortuna la Storia si ripete sempre, la prima volta si presenta in veste di tragedia, la seconda come farsa, altrimenti  un Partito fondato in una birreria, con un imbianchino come capolista  (Mario), meglio sarebbe che mai fosse stato fondato.

Adesso la gente del Sugar si è sparpagliata, come in una specie di diaspora laica. Alcuni hanno smesso di uscire, di altri non si hanno più notizie, non ci si trova più. Profughi del Sugar Reef, dove siete?

Annunci

22 Risposte to “LA DIASPORA DEI PROFUGHI DEL SUGAR REEF”

  1. nonsonounacommessa Says:

    Senti ma.., nuovi tesserati? Tipo io che non son ne carne ne pesce, un partito così? Ecco io vorrei farne parte, chè di personaggioni di sto calibro, mica se ne vedono in giro..
    Oggi sono andata dal verduraio e ho comprato i rapanelli, stasera mi sono fatta l’insalata e ne ho mangiato uno, di rapanello dico, ma non c’è verso, questi che ho comprato sanno di candeggina, na schifezza.. Tutto per arrivare a dire che tutte le volte che vedo i rapanelli ora, mi vieni in mente..
    Ti stimo.

  2. vicario Says:

    potremmo farti aprire una sezione del partito in franciaising

  3. Andri72 Says:

    sarà dura ritrovarli tutti … appiccicca un cartello alla serrande del Sugr Reef .. chissà magari qualcuno lo ritrovi !!!
    ciao
    Andrea

  4. La Guressa Says:

    @OSCAR: se la Romina che gestisce il bar del Teatro Cristallo (dove si fanno dei bei concertini la domenica mattina, non solo cess-matinée) potesse e/o volesse tenere aperto la sera, ci si potrebbe insediare e forse anche indivanare….Prova a tastare il terreno

  5. Zelig Says:

    Molto carognescamente suggerisco di orientarsi verso una birreria.

  6. brigidafraioli Says:

    Oddio, qua da noi i bar sono perloppiù ritrovi per alcolisti indefessi che fanno colazione col grappino alle 7 del mattino (pure d’estate).
    Una volta c’era l’aria da bar: ragazzi e vecchi parlavano insieme, si sfottevano, si facevano una partita a biliardo e accendevano un’ipoteca sul loro tumore ai polmoni immersi nel fumo di duemila sigarette.
    roba finita negli anni settanta e sepolta al suono dei dlin dlon dei videopoker.

  7. unapirladisaggezza Says:

    @Zelig: ma come fai ad essere cosí intelligente?

  8. unapirladisaggezza Says:

    @OSCAR: sono io, La Guressa, ci sto provando col blog, ma sto ancora in alto mare

  9. vicario Says:

    quanto hai ragone brigida, ma stai tranquilla che l’effetto globalizzazione fa sì che le cose siano uguali dappertutto, i nostri bar in fondo sono ormai uguali ai vostri, si differenziano solamente nei nomi (qui siamo veramente unici!), hopfen, batzen hausl, heule, forst, blaue shift, stritberger und so weiter. il sugar reef era dotato però di una sua peculiarità, era l’unico posto dove appena entravi i pantaloni si trasformavano nel modello zampa di elefante… very 70’s

  10. hic Says:

    sono andato a Sarentino ma neanche lì non ho trovato i profunghi del Sugar Reef…

    bolzanini di tutto il mondo…

    emigrate al caldo

    viva l’Italia!

  11. unapirladisaggezza Says:

    VICARIO: e a me non mi saluti neanche?

  12. paoloechiaro Says:

    io non ci sono mai stata quindi non sono finita da nessuna parte. o no?

  13. petronilla Says:

    …si potrebbe organizzare un Remember Sugar ….tipo al circolo romano ilo,con dj Alex e musica dal vivo…

  14. pescefuordacqua Says:

    Uno dei miei sogni nel cassetto è “il bar del porto”. Uno di quei posti dove si possano ascoltare i vecchi uomini di mare e i loro aneddoti … vecchie storie di lupi di mare …. dove respiri l’odore della salsedine.

    Ovviamente con stuzzichini a base di ravanelli, mortadella e acciughe salate ….

    Ciao Oskar
    Miky

  15. vicario Says:

    chiedo scusa, ciao pirla

  16. ismaele Says:

    Per me era simile, il nostro pub di fiducia ha chiuso ed ora ci siamo un pò persi, della ventina che eravamo ne siamo rimasti 5, più qualche nuova new entry 🙂

  17. karintama Says:

    Ce l’abbiamo fatta!!!
    Questa è la casetta della Guressa, sei già nel suo blogroll ovviamente..
    Un abbraccio.

  18. Zelig Says:

    Karintama (e Guressa): sarà, ma io ad entrarci proprio non ci riesco. Help me, please!

  19. Andrea Says:

    trovato nessuno ?? 😦

  20. nonsonounacommessa Says:

    @Zelig
    Prova con questo
    http://karintama.wordpress.com/

  21. paoloechiaro Says:

    ooooo! il blog della guresssa!!!!!!!!!!!

  22. La Guressa Says:

    Paolo&Chiaro: vi aspetto sul mio blog, portate da bere- ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: