Archive for gennaio 2007

BISOGNO D´AFFETTATO

30 gennaio 2007

 mortadella.jpg

Le tue ginocchia, sporche di malinconia, mulinavano dentro di me

rafferme e tristi come il pane di ieri, ma più che rapito, io mi sentivo prestato

ti giuro che a tennis non ci mai giocato, e non ti chiedo perdono perchè non ci sono

non ci sono per nessuno, neanche per Gino…

Di notte, uno strano rancore possente mi prende, mi fa correre scalzo a squarciagola

da sola, la strada per strada ti aiuta, ma talvolta si scivola e poi non si nuota, ” che idiota!”

la gente qui affoga e non c´è neanche un bagnino, io quasi, io gli telefono, a Gino

a Gino che fa il salumiere…

HO BISOGNO D´AFFETTATO,

DUE ETTI E MEZZO DI SALAME COTTO CRACOVIA, DI QUELLO BUONO

HO BISOGNO D´AFFETTATO,

UN PANINO CON LA BONDOLA TAGLIATA FINA FINA

HO BISOGNO D´AFFETTATO….

Mi piace tanto poterti guardare, mentre fai colazione al contrario

inginocchiata davanti all´altare di porcellana bianca

e non sei stanca e non lo sono neanch´io, ma per Dio, un giorno o l´altro dovrà pure finire

questo continuo stillicidio di lacrime amare, e Gino è ancora lì, continua a tagliare

Gino che fa il salumiere…

HO BISOGNO D´AFFETTATO,

DUE ETTI E MEZZO DI SALAME COTTO CRACOVIA, DI QUELLO BUONO

HO BISOGNO D´AFFETTATO,

UN PANINO CON LA BONDOLA TAGLIATA FINA FINA

HO BISOGNO D´AFFETTATO….

NON VOGLIO AMORE, VOGLIO SOLO INSACCATI

NON VOGLIO AFFETTO, VOGLIO SOLO AFFETTATO, SALAME COTTO

NON VOGLIO AMORE, VOGLIO CULATELLO

mortadella.jpgmortadella.jpgmortadella.jpg

spero vi sia piaciuto il testo, se volete ascoltare il brano, cliccate su una mortadella

 

 

 

 

MA CHI É KAROLINA KOSTNER?

28 gennaio 2007


So fare anche di meglio, ma non voglio rubare il posto a nessuno, ecco

BUON COMPLEANNO, CABASSA

25 gennaio 2007

                                                           marmo_bagno.jpg

Una leggenda. Uno dei pochi uomini di cui non si notano i difetti, anche perchè ha solo quelli. Il regista di cuartaclasse,  dirige sapientemente me e la Stefanella verso l´orizzonte dell´ascolto zero. Coautore di molte mie canzoni, tra cui senz´altro spicca la perla di Sono Ubriaco (ancora incompiuta), con la quale siamo arrivati ultimi ad un festival presentato da Daniele Piombi. Arrangiatore sopraffino di Tientela e Bisogno d´Affettato, con le quali conquistammo la platea di Sanscemo e di Music Zoo, cosa che spiega solo parzialmente il fatto ch´io mi dedichi essenzialmente all´agricoltura. Produttore artistico di se stesso e di Tiso (ora si chiama MAS-T), col quale ha raggiunto l´ambito risultato di entrare nella Top of the Flop di rete all music .  Marketing manager di BoBo, periodico culturale che ha da poco cessato le pubblicazioni. Implacabile con le donne, ne ha possedute il doppio di me (due). Segretario Vicario aggiunto del Partito per Tutti, una  carica che lo mette in pole position per prestigiosa carriera politica. Insieme a lui, il 25 gennaio 1963, veniva al mondo il celeberrimo Martin Brygmann, al quale il mondo culturale danese sarà per sempre riconoscente. Buon compleanno, Cabassa

P.s.   Nastassja  Kinski ed io  vi ringraziamo per gli auguri che ci avete fatto per il nostro 46° compleanno

COSA C´ERA DI STRANO NELL´ARIA, NASTASSJA?

24 gennaio 2007

Nastassja, oggi è il tuo compleanno. Chissà se a Berlino c´era il sole o nevicava, chissà quale vento soffiava, mentre tua madre astutamente ti partoriva. A Berlino ancora non c´era il muro, il 24  gennaio del 61, ma qualcosa di strano nell´aria ci dev´essere stato, un meteorite caduto, oppure un pianeta diversamente allineato, quel giorno non era come tutti gli altri. Auguri  Nastassja Nakszynski, e anche a tutti quelli nati nel tuo stesso giorno, non solo a Berlino ma anche a Bolzano.

nastassia.jpgvince-russo.jpgoscar-ferrari.jpg    questi sono nati il 24 Gennaio 1961, ne conoscete altri? scrivetelo!

L´OBBEDIENZA INCIVILE

22 gennaio 2007

images.jpg                                        L´obbedienza incivile è un virus che si instaura silenziosamente dentro le nostre azioni e i nostri pensieri, assumendo subdolamente le sembianze dell´ovvio e del giusto. Si obbedisce incivilmente quasi senza rendersene conto, in tanti posti butti la plastica e i cartoni negli appositi contenitori e sei orgoglioso di aver fatto qualcosa per l´ambiente. E magari hai solo regalato del combustibile ben selezionato alla lobby degli incenetoristi.

Arance della salute, mele per la vita, azalee della ricerca ( ce ne sono tante altre che non ricordo, se qualcuno me le scrive mi fa un favore), conosco gente che di queste cose non se ne perde una. Sarò anche maligno, ma se arrivano a coprire i costi dell´organizzazione è già tanto. C´è tanto di quel volontariato in giro, che uno fa fatica a credere che non ci sia niente da guadagnarci. Fai un´offerta a quelli che costruiscono pozzi in Africa e poi in tv vedi che hanno tutti i SUV bianchi e pulitissimi.

Fumare nei locali non si può, bruciare rifiuti e produrre diossina si.  E se bevi tre birre ti ritirano la patente. Ma giudicare la capacità di guidare di una persona basandosi solo sul tasso alcolico del suo sangue per me è quasi razzismo, casomai lo fai camminare sulla riga bianca. Oppure lo fai stare su una gamba sola per dieci secondi, toccandosi contemporaneamente naso e ginocchio con le mani unite tramite i pollici.

SONO STATO NOMINATO

18 gennaio 2007

dancing_street_shoes_md_wht.gif                Prima o poi lo sapevo che sarebbe successo. Erano giorni che girando sui vari blog mi imbattevo in quella catena di Sant´Antonio dove ognuno deve scrivere cinque cose che nessuno sa su di lui. Alla fine sul blog di non sono una commessa trovo il mio nome tra le nomination. A una così come fai a dire di no?

-Ho fatto tre volte la prima comunione.

-In seconda media ho preso un sei in condotta.

-Non so fare le bolle con il chewing gum, ma ci ho provato, lo giuro.

-Ho ucciso più di cento conigli ( non tutti insieme)

– L´anno scorso mi hanno ritirato la patente

Adesso tocca a me fare le nomination, e per fare una cosa un pò diversa (tanto la catena non si ferma), nomino non dei titolari di blog, ma dei personaggi che frequentano il MURO  di RADIO TANDEM:

IMPIASTRATOOLD BOY  (alias il vecio), CICCIOBOMBA, la ZIA, NO MORE GODS e ZELIG (alias lo Spulciatore)

… ´azz, siete  sei, fa lo stesso. Potete postare qui oppure sul muro, oppure mandarmi dove merito di andare.

…azz, vengo richiamato all´ordine e allora nomino anche: Claudia Vianello, Zoide, Isolde, Paolo & Chiaro e Zago, ovviamente scusandomi con loro

LIBERATE I BONSAI

17 gennaio 2007

bonsai.jpg                 Erano i primi di Aprile di qualche anno fa, ed io avevo appena montato la mia bancarella che consisteva nella mia prima produzione di quell´anno: dell´insalata croccante, cime di rapa, bietoline,crescione, rucola,erba cipollina su una metà del banco. Sull´altra una montagna di rapanelli, pronta ad essere alimentata da otto casse dietro al banco. Ero l´unico presente, in quanto i miei colleghi non disponevano di serre e quindi non erano ancora forniti a dovere. Dovete sapere che a Laives (vicino a Bolzano), i rapanelli sono un´istituzione, se sono quelli buoni puoi portarne quanti ne vuoi, vanno via tutti. E infatti già stavano arrivando i primi golosoni, quasi sempre uomini, se erano donne li compravano per i consorti. Verso le nove di mattina arrivano due ragazzi, diciottenni o forse meno, e allestiscono un ministand dove vendono bonsai contro l´AIDS. Comincia a piovere a dirotto e questi due sono senza ombrellone, per cui li invito a mettersi sotto il mio. La pioggia battente non scoraggiava certo i golosoni di rapanelli, ma i potenziali acquirenti di bonsai si. Ne comprai uno, anche se li ho sempre odiati, non ho mai  sentito la necessità di possederne uno, d´altronde era una maniera per fare un regalo e mettersi la coscienza a posto. Finito il mercato, per sopravvenuta mancanza di merce, tornai a casa con le casse vuote e questo cazzone di bonsai, aprii al confezione e vi trovai le istruzioni per mantenerlo in vita, insieme a delle forbicette con le quali avrei dovuto, secondo loro, reciderne le radici per mantenerlo piccolo. Feci esattamente il contrario, tolsi il bonsai dalla sua angusta vaschetta e lo piazzai in un bel vaso grande con dell´ottima terra cospicuamente corroborata da dello stallatico di cavallo stagionato (stagionato il concime, non il cavallo). In poco tempo il bonsai esplose  tutta la vitalità da troppo tempo repressa,  e con il suo tendere rami rigogliosi verso il cielo mi ringraziava di averlo tolto al suo destino di pianta miserevole degna solo di compiacere l´umana crudeltà. Fra poco compie tre anni e forse è pronto per essere trapiantato in terra piena. Aderite al mio appello, LIBERATE I BONSAI

DI PALO IN FRASCA

11 gennaio 2007

               

Io amo gli animali                                                    insetto.gif

ma solo quelli umili

galline, maiali, pecore                                                           

caproni.

Odio altresì i cerbiatti

così liberi e perfetti

i loro sguardi fatti apposta

per suscitare i buoni sentimenti.

Così alle santarelline, preferisco le puttane

ma non ditelo alla donna che divide la vita con me.

Lei crede che io l´ami per le sue doti intellettuali…

Io la amo perchè quando non ci sono

ogni sera se ne porta a casa uno, uno nuovo

ma non è rabbia nè rancore, ma gioia e tanto orgoglio

quello che provo.

Perchè quando alla mattina lei, mi regala il suo racconto

di quello lì non chiedo neanche il nome, anzi

c´ho pure perso il conto.

Ma in fondo noi siamo tutti quanti fratelli, figli della stessa mamma

gli stessi occhi, le stesse scarpe, gli stessi capelli

e in fondo noi siamo tutti quanti fratelli, figli della stessa mamma

le stesse scuole, le stesse maestre, gli stessi bidelli 

noi siamo tutti quanti fratelli, figli della stessa mamma, figli…

figli di puttana.

LA LEGNA É A POSTO

7 gennaio 2007

Abbiamo finito il nostro compito per la prima settimana dell´anno

Ciao Sugar Reef

3 gennaio 2007

Il Sugar Reef di Bolzano chiude. Uno dei pochi locali in centro dove si poteva fare musica dal vivo senza disturbare nessuno, lascia il posto ad una banca. È una decisione imprenditoriale, nulla da eccepire, a parte il fatto che alla città mancherà qualcosa e ci sarà una banca di troppo. Auguri ai ragazzi del Sugar e auguri anche alla banca, che forse ne avrà più bisogno. E auguri anche al Partito per Tutti, che in quel locale ha la sua sede ufficiosa e vacante. Il video è un servizio del TGR sulla prima uscita del PPT. Ciao Sugar Reef

E ADESSO LEGNA!

3 gennaio 2007

legna.jpg

Dopo una settimana al calduccio, un capodanno non voluto ma apprezzato, è pronta una montagna di legna da tagliare. Vi terrò informati