NON SONO COSE DA DIRE MA…

funghi.jpg    Luca ha 26 anni e studia al Dams di Bologna. Non frequenta moltissimo, comunque gli mancano undici esami alla tesi. Abita coi  suoi, padre, madre e sorella, in  un alloggio dell´ istituto case popolari. Sua sorella, Martina, ha 18 anni e fa la quinta liceo, lo ammira e lo presenta a tutte le sue amiche.

Il padre, Armando, e` un cinquattottenne prepensionato in piena forma, ogni tanto fa l´aiuto idraulico in nero e per il resto e` impegnato  ad organizzare cene e feste per l’ associazione anziani, tanto anche se ci rimettono, paga il comune. La madre, Valentina, ha approfittato dell´ ultimo treno per andare in pensione con i famosi 18 anni, sei mesi e un giorno. Avendo solo 45 anni, si e` permessa il lusso di dedicarsi, per un anno almeno, solo a se stessa e alla famiglia.

 I genitori di Valentina, Giorgio e Lidia di 68 e 67 anni,  sono  due  tranquilli anziani, amano molto i loro  nipoti, e ogni tanto allungano loro qualche mancetta. Il padre di Armando, il  nonno di Luca tanto per intenderci ,invece  entra ed esce dall´ospedale, devono fargli la dialisi e allora lo vengono a  prendere con la croce rossa. 

Sua moglie, Laura , fa la torta di castagne  piu` buona che Luca abbia mai mangiato. Dimenticavo di dirvi che  Armando  fa anche il nonno vigile davanti alle striscie pedonali. Bella famiglia, niente da dire, ma cazzo: su otto persone nessuno che paga uno straccio di contributo, tutti a carico della societa`.

Per il bene del  Paese, per contribuire alla riduzione del debito  pubblico,  per  poter  destinare  piu`  risorse all´ ambiente,  se conoscete una famiglia come questa, sterminatela.

Annunci

Tag: , ,

13 Risposte to “NON SONO COSE DA DIRE MA…”

  1. stefano Says:

    Bravo OF, un po’ di politicamente scorretto fa bene alla salute della mente.
    C’è sempre del vero in fondo a provocazioni come questa.
    Se non hai ancora letto Houellebecq, se vuoi puoi farlo.

  2. oscarferrari Says:

    Chi è Houellebecq? quello che ha inventato l´uovo cotto in tre minuti da mangiare col cucchiaino?

  3. carlo Says:

    che cos’è riformismo radicale? attivismo travestito da qualunquismo?

    e pensache che ad ogni piè sospinto comunisti vari strepitnao: “le pensioni no, le pensioni mai”.

    speriamo che a breve impongano nuovamente il durissimo (!?) blocco del traffico che costringa a girare almeno in tre in macchina.

    come avevi brillantemente scritto tu l’anno passato, ci carichiamo un paio di pensionati rincoglioniti in macchina e circoliamo in piena regola.

    ciao

  4. carlo Says:

    ho ricambiato con gioia il link.
    fratelli di blog…

  5. stefano Says:

    Houellebecq è uno stronzo francofono di prima categoria e uno dei più importanti romanzieri viventi, l’unico che sia andato a fondo di certe questioni capitali della nostra epoca che altrimenti il conformismo progressista avrebbe continuato a considerare tabù. Per saperne di più chiedi a CeKO, che lui l’ha letto. Sempre se vuoi, neh.
    Ciao

  6. elio-c Says:

    Sei forte Oscar! 🙂

  7. belze Says:

    minchia Oscar sto male, dopo aver guardato un pò quel Rotten.com

  8. Gianluca Says:

    Ciao Oscar, bel post, ma ti rispondo anch’io con una provocazione:

    1) perchè pensi che bisogna dare per forza contribuiti in soldi per aiutare la società?

    2) cosa pensi di chi fa il “volontario” come il nonno vigile?

  9. nonsonounacommessa Says:

    Ti stimo.
    Kiara

  10. Padre Mariano Says:

    …..se rileggi bene il pezzo, noterai che l’unica che effettivamente ruba, grazie ad una vecchia legge, è la signora Valentina. Gli altri, si presume che dopo aver dedicato la loro vita al lavoro e pagato i loro contributi si godano le loro legittime pensioni.

  11. i.pichler Says:

    Ti adoro, ma non troppo, ti stimo, perché trovo molto originali i tuoi commenti, ma non mi fiderei di te.

  12. CeKO Says:

    Uè pare che il ferrari conosca Houellebecq (cha cazzo di cognome ogni volta devo andare a vedere come si scrive per non fare figure di melma) sarà vero ??? Chiedo all’ Isolde gentile conferma 🙂

  13. Luca Says:

    Non le pare curioso che il Dams di Bologna pulluli di aspiranti cantautori demenzialprogressisti con la passione per la scrittura?

    Un cortocircuito esemplare, non crede?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: